LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SALERNO - Museo del suolo per custodire la Madre Terra
di DAVIDE SPERANZA
10 marzo 2016 LA citt di Salerno


"Credo che avere la terra e non rovinarla sia la pi bella forma d'arte che si possa desiderare". Un pensiero del contradditorio e geniale Andy Warhol, che potrebbe riassumere il desiderio dell'uomo di conservare quella purezza donatagli dalla natura, a dispetto delle devastazioni ambientali che si sono tramandate tra il vecchio e il nuovo secolo. Ecco perch il Museo del Suolo, struttura che aprir tra fine aprile e inizio maggio di quest'anno e che viene presentata luned a Napoli, ha il sapore di un piccolo miracolo. Finanziato dalla Regione Campania con fondi della Comunit europea, unico progetto in Italia, apre al pubblico a Pertosa nel Parco nazionale Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E non sembri strano che questo spazio dedicato al suolo nasca in Campania. 1.500 metri quadrati di esposizione coperta per questa struttura, con pochi precedenti in Europa e nel mondo, attraverso la quale verr proposto un singolare itinerario di conoscenza dedicato alla terra, e pi precisamente a ci che avviene in quei tre metri, fondamentali per la vita sul nostro pianeta, che dalla superficie si portano in basso. Il Museo sar una sorta di polo culturale-laboratorio in continua evoluzione, dove saranno trasmessi ai visitatori gli aspetti fondamentali che ha il suolo nel ciclo vitale sulla Terra, grazie alla sua capacit di ospitare migliaia di specie che mantengono e regolano i cicli dei nutrienti e il flusso energetico tra l'atmosfera, le acque sotterranee e la vegetazione: dalla terra delle formiche, alla fauna che popola il sottosuolo, al mondo delle radici, ai diversi tipi di terreno, al mistero della creazione dell'humus, tra viaggi virtuali, installazioni di reperti e materiali naturali, fino alle collezioni vegetali. La struttura, nata per iniziativa della Fondazione MIdA (i musei integrati dell'ambiente) presieduta da Francescantonio D'Orilia, non offre solo un potente richiamo scientifico ma si presenta anche come attrattore turistico. I suoi lavori furono avviati nel 2015, quando l'Assemblea generale delle Nazioni Unite proclam l'Anno internazionale dei suoli. Da allora, un team di scienziati, coadiuvati dall'intera comunit dei cittadini di Pertosa ed Auletta, ha lavorato per la realizzazione della struttura. Il Museo del Suolo - sottolineano Francescantonio D'Orilia e Mariana Amato, rispettivamente presidente e direttore scientifico della Fondazione MIdA - rappresenta la realizzazione di un progetto centrale nella visione e nella fisionomia dei Musei Integrati dell'Ambiente. Il suo obiettivo svelare le molte dimensioni di una risorsa primaria che fondamentale conoscere e tutelare, ponendo l'attenzione su un sistema che sostiene la vita del pianeta, interagisce con la fisionomia dei paesaggi, con le caratteristiche dei prodotti agricoli e con la storia dell'uomo. Gli fa eco, Fabrizio Mangoni, professore di Urbanistica e ideatore degli exhibit museali. Nella progettazione ed allestimento della struttura - spiega Mangoni - si lavorato per restituire una unitariet della conoscenza, superando le separatezze del sapere. Sotto i nostri piedi c' una tumultuosa attivit, chimica, fisica e biologica. L'augurio che il Museo del Suolo lasci un messaggio ai suoi visitatori, perch i loro passi siano consapevoli del mondo meraviglioso che c' sotto, e che sostiene la nostra vita. Il viaggio che i visitatori faranno prevede la visita alla Terra delle Formiche, sale espositive con installazioni multimediali, cartografie, campionari, laboratori manuali e interattivi, passando poi per il Mondo delle Radici, in una speciale serra climatizzata, e per il Teatro del Suolo ovvero un laboratorio didattico con sofisticate strumentazioni scientifiche dove assistere a spettacoli multimediali, ascoltare racconti sui miti e le relazioni fra uomo e suolo. Quindi, addentrandosi nelle profondit delle rocce, si raggiunger la Sala dei Pedon con i suoli campani, per poi avviarsi all'esplorazione al microscopio e intraprendere viaggi virtuali in 3D attraverso i pori del suolo, finendo con la grande sala a vetrine con piante vive ed erbari storici e contemporanei. Un'esperienza affascinante, dove le tecnologie sono utilizzate in funzione del "racconto" museale conclude Annamaria Capodanno, amministratrice della Knowledge for Business, l'azienda che ne ha coordinato la realizzazione. La Fondazione MIdA completa cos un percorso che offre agli studiosi ed ai visitatori un viaggio alla scoperta dei processi di formazione dei suoli, dei loro rapporti con gli ecosistemi, le comunit viventi ed i paesaggi, della interazione di lunga durata con le societ umane. Il Museo si inserisce in un contesto che comprende le Grotte di Pertosa - Auletta, un affascinante complesso speleologico che si estende per circa 3mila metri nel massiccio dei Monti Alburni, la cui visita inizia con la navigazione del sotterraneo corso d'acqua Negro. Anche per le Grotte stato realizzato un importante intervento di innovazione tecnologica che, dal 1 maggio, render operativo lungo tutto il percorso di visita un avveniristico ed ecosostenibile impianto illuminotecnico. Ad esse si aggiunge il Museo Speleo-Archeologico (MIdA 01) nel centro storico di Pertosa, incentrato sul giacimento archeologico delle Grotte.



news

04-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 4 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news