LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Enti, il Tar decide: s alla svendita. Gli immobili pubblici in mano alla speculazione
di Bianca Di Giovanni
L'Unit, 01/07/2005

ROMA
Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso presentato dagli enti
previdenziali contro lesproprio forzato delle loro sedi. La speculazione finanziaria ha intanto messo gli occhi sui titoli del Fondo immobiliare pubblico, in vista di prossimi e alti guadagni. Protesta la Cgil: si tratta di un vero e proprio esproprio di risorse dei lavoratori. Sbloccata la partita sugli
immobili della Difesa.


PACCHIA I titoli del Fondo immobiliare pubblico (Fip) vanno a ruba nelle trattative preliminari. Stando alle ultime indiscrezioni di mercato linteresse espresso dagli investitori per il collocamento di una quota di azioni pari a 1,3 miliardi di euro nominali supera di tre volte lofferta. Come dire: la speculazione al rialzo partita benissimo. Le indicazioni di acquisto si aggirerebbero sui 3,9 miliardi di euro. Insomma, le sedi di Inps, Inpdap e Inail e degli uffici ministeriali cedute al Fondo sono un vero affare. Chi nei giorni scorsi ha dichiarato il proprio interesse dacquisto, sottoscrivendo un accordo, potr ora avere accesso alla documentazione legale e alla visione degli immobili che rientrano nelloperazione. Esaurita questa prima fase, la procedura messa a punto dal Tesoro prevede che gli investitori diano vita ad un'asta destinata a concludersi entro la prima met di luglio. Se le indicazioni preliminari di acquisto saranno confermate, possibile che le offerte crescenti in asta facciano lievitare il valore nominale delle quote con la conseguenza di far crescere il valore del fondo e di far incassare al Tesoro un importo anche maggiore rispetto agli 1,3 miliardi del valore nominale degli immobili. Per lintera operazione lEconomia aveva incassato a fine 2004 3,3miliardi di euro, costituiti da una parte ( 60%) di debito (una sorta di garanzia non collocabile sul mercato), e 40% di quote cedibili ad investitori istituzionali. Con la chiusura del collocamento delle quote, attesa entro il mese di luglio, Via xx settembre chiuder cos definitivamente la partita Fip. Al momento la strada del ministero appare tutta in discesa. Gli scogli legali che fino a ieri si prospettavano sembrano oggi superati. Stando a indiscrezioni stampa, infatti, il Tar avrebbe bocciato i ricorsi presentati dai Civ degli enti contro lesproprio delle loro sedi.La sentenza sarebbe stata depositata ieri: per oggi si attende la pubblicazione con le relativemotivazioni. Il Tesoro canta vittoria. La sentenza di rigetto del Tar era attesa perch il trasferimento dei beni avvenuto secondo meccanismi consolidati dal 2001, cui nessuno si era mai opposto in precedenza - dichiara il sottosegretario MariaTeresa Armosino - Il giudizio di oggi conferma la natura politica dei ricorsi. La scelta di respingere l'istanza elimina la residua incertezza nel collocamento del fondo presso gli investitori, consentendo l'incasso di un pi alto corrispettivo dalla vendita. Disco verde per il tesoro sembra profilarsi anche per le case della Difesa. Anche la Scip3 sarebbe in via di decollo dopo una lunga gestazione. Durissima la reazione dei Civ degli enti alle notizie giunte dal Tar. Sorpresa e amarezza esprime Guido Abbadessa (Inpdap) ricevendo la notizia. Rimango convinto della giustezza del ricorso - dichiara - Al di l di ogni cavillo, rimane il fatto che gli immobili sono stati sottostimati, che un decreto legge non pu sanare la violazione di una legge, che in ogni caso dall' operazione, in barba ad ogni neutralit della stessa come dal Governo sbandierato in questi mesi, ne trarranno benefici solo le banche e coloro che compreranno a prezzi stracciati per poi rivendere a prezzo di mercato. Dal Civ Inpdap parte anche un jaccuse nei confronti dei presidenti degli enti. Avrebbero fatto bene a difendere loro in prima persona lautonomia degli istituti - continua - Forse oggi il risultato sarebbe diverso. Attendo di conoscere le motivazioni,ma credo che ci sar da attendersi un ricorso . prendo atto di una decisione negativa - aggiunge Franco Lotito (Inps) - Le ragioni dei Civ restano intatte. Con questo fondo si realizzato uno splendido assist alla speculazione finanziaria e immobiliare. un clamoroso esempio di finanza distruttiva. Sullo sfondo resta la dura realt degli enti, che ora devono pagare gli affitti, prosegue Abbadessa. LInps ha appena staccato il suo primo assegno - continua Lotito - di 29 milioni di euro per il prossimo semestre. per tutto lanno dovremo pagare 52 milioni di euro. Anche le rappresentanze sindacali di base degli enti (che avevano presentato ricorsi analoghi, anche questi a quanto apre respinti) esprimono sorpresa e annunciano una nuova battaglia legale. Sulla stessa linea la Cgil. Non possiamo che esprimere amarezza e sorpresa per la sentenza del Tar del Lazio - dichiara la segretaria confederale Morena Piccinini - si tratta di un vero e proprio scippo di risorse dei lavoratori e si toglie, inoltre, agli enti previdenziali la titolarit sul proprio patrimonio. Se la sentenza dovesse essere confermata, dunque, sarebbero definitivamente alienati 43 immobili dell' Inps, di 22 dell' Inail e di otto immobili dell' Inpdap . Sbloccata anche la partita sugli immobili della Difesa dopo un incontro tecnico con il ministero del Tesoro. I tecnici hanno concordato di arrivare entro un mese, cio prima della pausa estiva, alla stipula di un nuovo elenco di alloggi da collocare. La Difesa si sarebbe anche impegnata a sospendere l'invio degli sfratti agli inquilini di appartamenti dei propriet del ministero. Probabilmente si proceder anche al blocco degli sfratti gi inviati. Scopo del Tesoro infatti riuscire a vendere gli appartamenti agli attuali affittuari in modo da accelerarne la dismissione ed avere tempi e rendite certe dall'operazione Scip 3.L' iter per il varo di Scip 3, annunciata prima per il 2004 poi slittata all'autunno di quest'anno e con un valore stimato di circa 1miliardo, prevede che la Difesa ripresenti alla Corte dei Conti un decreto con l'elenco degli immobili (circa 4.500) da cedere.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news