LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sepolta la villa di Ovidio
Tiziana Lapelosa
Libero Roma 29/6/2005

■ Non deve essere poi cos importante la figura di Publio Ovidio Nasone, nato a Sulmona nel 43 a.C. e mandato a Roma, insieme al fratello, per studiare grammatica e retorica. Nonostante abbia scritto versi ingegnosi e brillanti, che gli hanno fatto conquistare un posto nella storia; sembra che quel che resta della sua dimora non interessi proprio a nessuno.
La villa di Ovidio, infatti, stata rinvenuta circa sei anni fa nel corso dei lavori per la costruzione di una nuova sede dell'Ama e di un ufficio che avrebbe dovuto ospitare l'Anagrafe nel XX municipio.
In viale Tor di Quinto angolo via Lupi, per, c' ancora un cartello. Indica che il cantiere "chiuder" nel 1999. Siamo nel 2005: i lavori per consegnare all'Ama una nuova sede sono terminati. Ma parte dell'area ancora delimitata dal nastro, ormai sbiadito dal sole, con la scritta della societ che a Roma si occupa dei rifiuti. Con quel nastro e con quel cartello ingiallito verrebbe quasi da pensare che uffici e deposito Ama non siano mai stati consegnati. Invece no. La nuova sede dell'Ama stata aperta nel 2000 e funziona perfettamente, fa notare Ludovico Todini, consigliere municipale di Alleanza nazionale. Quel che manca l'ufficio anagrafe. Doveva sorgere proprio sulla villa di Ovidio, ma i lavori sono stati bloccati per l'importanza della scoperta archeologica e probabilmente l'ufficio sar inglobato nella nuova sede del XX municipio che dovrebbe aprire in via Flaminia tra due anni.
Vista la straordinaria rilevanza culturale dei ritrovamenti archeologici della probabile villa di Ovidio , il consiglio circoscrizionale ha votato 1'11 dicembre del 2000 una risoluzione per salvaguardare e tutelare il patrimonio archeologico, in primis del mosaico di et romana e la possibilit di rendere fruibile al pubblico i ritrovamenti. Sono passati cinque anni e i ritrovamenti non sono stati affatto resi fruibili. Ma del destino del sito nessuno sa nulla. Neanche la Soprintendenza visto che ieri negli uffici mancavano le persone in grado di darci una risposta.
Siamo in attesa, sottolinea Todini, per voghamo capire che cosa succede e, soprattutto, che fine far la villa e tutta l'area gestita dalla soprintendenza archeologica.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news