LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Beni Culturali: dalla privatizzazione al polpettone
Stefano Innocentini
L'opinione 29/6/2005

Caro Direttore,
così come ormai è noto, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali è stato oggetto, nel corso degli ultimi anni, di numerose trasformazioni.
Già dalla nuova denominazione, anche un profano percepisce che le competenze di questo storico Dicastero sono state ampliate. Non a caso da Ministero per i Beni Culturali e Ambientali si è passati a Ministero per i Beni e le Atti vita Culturali. Infatti, alle originarie competenze in materia di valorizzazione, conservazione e tutela dei Beni Culturali e Ambientali (come ad esempio musei, zone archeologiche, biblioteche e archivi), sono state aggiunte altre competenze in materia di sport, cinema e spettacolo. Fin qui nulla di grave anche se l'ampliamento delle competenze ha, per taluni aspetti, snaturato quello che era lo spirito dell'originario Ministero voluto dal Senatore Giovanni Spadolini.
Peraltro, la cosiddetta "privatizzazione" dei Beni Culturali, voluta dall'ex Ministro Giuliano Urbani è stata oggetto di molte critiche da parte di numerosi e competenti rappresentanti del mondo della cultura e della politica.
Non dimentichiamoci che l'allora Sottosegretario di Stato del Ministero per i Beni e le Attività Culturali On. Vittorio Sgarbi, fu destituito dal suo incarico pròprio perché, da uomo di cultura, si era reso conto del grande rischio che una privatizzazione poteva comportare. Certamente non si tratta di una privatizzazione nel senso letterale del termine poiché lo Stato continuerà ad esercitare la tutela dei Beni Culturali mentre la gestione può essere affidata a privati.
Un esempio per tutti è quello del Museo Egizio di Torino che si è trasformato in Fondazione. Vi sono però altre novità che riguardano il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e che sono sconosciute ai non addetti ai lavori. Recentemente, a causa della riduzione del 5% della spesa di organico prevista dalla legge finanziaria del 2005 riguardante le Pubbliche Amministrazioni, alcuni Musei potrebbero trovarsi senza un Dirigente e, con la soppressione del posto di Dirigente, si passerebbe automaticamente ad un accorpamento di più Musei.
Vi sono però diverse tipologie di Musei e alcuni di essi, per la specificità delle proprie competenze, non possono in alcun modo essere accorpati ad altri di diversa natura e competenza. Un esempio per tutti è quello del Museo Nazionale d'Arte Orientale di Roma.
E' un Museo unico nel suo genere e con una lunga storia alle spalle. Si è ipotizzato un
accorpamento di questo Museo con il Museo Preistorico ed Etnografico "Luigi Pigorini" e quello delle Arti e Tradizioni Popolari. In parole povere un polpettone di competenze così diverse fra loro e tutto questo per motivi di risparmio.
Certamente i conti debbono quadrare ma, rendere vana l'autonomia e la specificità delle competenze di un Museo come quello Nazionale d'Arte Orientale, che si è specializzato nel corso degli anni con un'intensa attività archeologica e studi specialistici sul Medio ed Estremo Oriente, significa gettare alle ortiche il frutto di anni di intenso lavoro e, ancor di più, non guardare al futuro. Non dimentichiamoci che in questo periodo storico, l'Italia ha quanto mai necessità di comprendere la cultura mediorientale. Inoltre è ormai consolidata una strisciante simpatia ed interesse verso il Buddhismo e la cultura tibetana. Infine non dimentichiamoci che l'attuale politica economica del Governo sta guardando sempre di più ad oriente. A questo punto è lecito domandarci se sia ragionevole ridimensionare una risorsa così prestigiosa e che l'Europa ci invidia o se invece non sia più saggio trovare altre soluzioni che ne valorizzino l'autonomia e la specificità.



news

23-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news