LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Un piano di riqualificazione ma con cemento e barriere
Michela Giachetta
il Giornale - cronaca Roma 30/6/2005

Una colata di cemento. Viene caldo solo a pensarci. Pensate a viverci in mezzo. E non solo d'estate, ma tutto l'anno. la sorte che spetter ai residenti di piazza San Cosimato, zona Trastevere, quando sar portato a termine il progetto di riqualificazione urbana avviato dal Comune. Un progetto che agli abitanti del quartiere proprio non piace. E i motivi sono diversi. Il progetto - si legge nel sito del Comune - conserva le attuali funzioni della piazza, razionalizza i flussi di traffico e intende sviluppare una forte integrazione fra le attivit sociali, economiche e ricreative oggi esistenti. Si tratta di una piazza storica, la cui attuale struttura risale a met dell'Ottocento. Esprime un'identit inconfondibile per i romani e il suo spazio da sempre luogo di ritrovo, di chiacchiere, di spesa. I negozi e il mercato rionale, che vi ha sede fin dagli inizi del secolo scorso, sono stati fino a ieri l'occasione di un brulicare quotidiano di persone. I bambini avevano una loro area in cui divertirsi. Gli anziani si ritrovavano all'ombra degli alberi per raccontarsi i ricordi di ieri e quello che dimenticano di oggi. Cos da decenni. Obiettivo del Comune, almeno sulla carta, quello di riconquistare la piazza: cos si legge sul progetto. E una volta riconquistata consegnarla agli abitanti. 1 quali abitanti per proprio non sanno che farsene di una piazza che non riconoscono come loro. A partire dalla struttura. L'idea del Campidoglio e dell'assessore all'Urbanistica Morassut di recuperare lo spazio medioevale di fronte al Protiro di ingresso a San Cosimato, in modo da ricostituire l'antica entrata al complesso monastco. Al quale si potr accedere attraverso 16 gradini, posti a lato degli scivoli del protiro stesso, risalente al IX secolo. Immaginate la facilit con cui anziani e disabili vi accederanno. Si riporta la piazza agli antichi splendori, ma la si rende inaccessibile a persone che fino a quel momento ne hanno potuto godere liberamente, data l'assenza di barriere architettoniche. Come la signora Billi, 94 anni, quasi cieca, abitante del quartiere, che riesce a fare la spesa da sola grazie alla conoscenza della zona. Si muove a memoria. Dote indispensabile per chi privato di altri sensi. Da domani non potr pi farlo e sar costretta a chiedere assistenza. Ma gli anziani non saranno gli unici a non beneficiare appieno dello spazio riconquistato- I bambini, infatti, avranno a loro disposizione, una volta portato a compimento il progetto, un'area intorno al grande platano, il cui pavimento sar costituito, non dall'usuale ghiaia, come avviene per tutte le zone dedicate ai minori, ma da lamelle di legno. Molto chic, senza dubbio, ma anche molto pericolose, data la frequenza con cui questo materiale tende a sfaldarsi. E un conto cadere su un tappeto di ghiaia, un'altra sbucciarsi le ginocchia su del legno, magari rovinato. Per non parlare del mercato - si lamenta la signora Marinageli, abitante del quartiere -. I banchi con spalliere di legno saranno sostituiti da strutture in marmo, separate da un muro di cemento, che nulla hanno a che vedere con lo stile originale della piazza. Verranno poi creati quelli che i residenti della zona definiscono loculi di cemento, che dovrebbero in teoria servire a delimitare lo spazio davanti ai negozi. Sul sito del Comune queste aree non sono menzionate: si parla solo di stanze verdi, alcune delle quali, si legge, sono occupate dai dehors di bar e ristoranti che nel periodo estivo e invernale offriranno un'immagine ordinata e omogenea degli spazi di loro pertinenza. I lavori della piazza sono cominciati a dicembre. Gli abitanti sperano ancora che il progetto si possa modificare strada facendo, perch cos com' la riconquista di San Cosimato solo del Comune, non loro.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news