LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il Ministro Franceschini dice sì a Ravenna: sarà partner nella gestione del patrimonio archeologico
a cura di P. G. C.
ravennanotizia.it, 12-12-2015

L'annuncio è stato dato questa mattina dal Sindaco Fabrizio Matteucci - Il progetto prevede il superamento dell'attuale Fondazione RavennAntica, la creazione di un soggetto di più ampio respiro e permetterà fra l'altro di realizzare un grande Museo di Classe

Qualche assenza e un paio di imprevisti tecnici hanno movimentato il momento clou della seconda giornata della tre giorni conclusiva delle manifestazioni per Ravenna Capitale Italiana della Cultura 2015 che si tengono a Palazzo Rasponi dalle Teste sotto il titolo Rasponi Open Space. Diciamo subito che l’immagine del ricco calendario della tre giorni purtroppo non rende giustizia alla qualità di alcuni eventi. Il momento di questa mattina, alle 11 nel Salone delle Feste del Gran Palazzo, in ogni caso si annunciava ricco e promettente.

Il Sindaco Fabrizio Matteucci aveva chiamato la stampa, fra l’altro, per dare un grande annuncio. E l’annuncio è arrivato, non direttamente dal ministro Dario Franceschini che – come si sapeva non è potuto intervenire – ma per interposta persona da parte dello stesso Sindaco. Matteucci ha affermato solennemente che finalmente si è concluso il lungo lavoro che doveva portare il Ministero dei Beni Culturali ad "entrare nella gestione del patrimonio archeologico ravennate". Dunque, è questa la grande novità della giornata: il Ministero sarà partner delle altre istituzioni locali per dare vita a un nuovo progetto e soggetto “per la gestione e la valorizzazione del patrimonio archeologico e per il lancio del Museo di Classe”, incorporando e integrando “le esperienze, il patrimonio e il personale di RavennAntica”.

In buona sostanza, si va verso il superamento dell’attuale Fondazione per realizzare un progetto più ampio e più ambizioso con l’ingresso del Ministero. A questo risultato si giunge dopo un lavoro di anni e ciò, ha spiegato il Sindaco, – che ha ringraziato il Ministro Dario Franceschini, la Presidente di RavennAntica Elsa Signorino e il Prefetto Francesco Russo che si è molto impegnato in questo disegno – permetterà di valorizzare al meglio il patrimonio esistente, i siti creati e gestiti da RavennAntica e di fare del futuro Museo di Classe “un grande museo, un museo davvero spettacolare”. Museo che dovrebbe vedere la luce all’inizio del 2017.

Il Sindaco ha poi annunciato l’avvio insieme ai Sindaci di Firenze Dario Nardella (assente perché impegnato alla Leopolda a Firenze) e di Verona Flavio Tosi di un persorso verso le celebrazioni del settecentesimo anniversario della morte di Dante - nel 2021 - guidato proprio dalle tre città dantesche per eccellenza. Il progetto è ambizioso e investe anche Governo e Parlamento, perché – come ha spiegato Matteucci – le città di Dante chiedono che il programma delle celebrazioni del 2021 abbia un respiro assolutamente di carattere nazionale e internazionale e auspicano che si faccia una legge speciale di finanziamento per le manifestazioni del settimo centenario come avvenne nel 1921 per quelle del sesto centenario.

Dopo Fabrizio Matteucci è intervenuto in video Dario Nardella e ha preso la parola Flavio Tosi. Prima aveva introdotto la giornata Alberto Cassani, responsabile del progetto Ravenna Capitale Italiana della Cultura 2015 e poi si era svolta l’intensa e appassionata prolusione di Giuseppe Ledda dell’Università di Bologna su “Dante poeta del futuro. Verso il 2021”. Ledda ha parlato di Dante come poeta del mondo, prima di tutto, partendo dai recenti tragici fatti di Parigi e ricordando che proprio Dante - poeta dolente dell’esilio, del conflitto, della guerra - sa trasformarsi in poeta dell’amore, della speranza e della pace, che vuole spezzare la catena dell’odio e della vendetta. Ha parlato di Dante poeta del Mondo in quanto al centro insieme a Shakespeare e altri grandi del canone letterario e culturale occidentale ma capace di andare oltre l’Occidente e di parlare al mondo intero. Dante dunque portatore di un linguaggio universale, ponte fra civiltà del Mediterraneo e del mondo, perché fautore della ricerca di un’armonia universale.

A Palazzo Rasponi dalle Teste, con Rasponi Open Space, continua il ricco calendario di appuntamenti nella giornata di oggi mentre la tre giorni si concluderà, domani, domenica.

http://www.ravennanotizie.it/articoli/2015/12/12/il-ministero-dei-beni-culturali-dice-s-entrer-nella-gestione-del-nostro-patrimonio-archeologico.html


news

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

Archivio news