LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cina, si sbriciola l'esercito di terracotta
LAURA MATTIOLI
Il Messaggero, 28/06/2005

Allarme degli scienziati: gli ottomila soldati di Xian malati per l'inquinamento

ROMA - Un esercito invincibile. E così è rimasto per oltre duemila anni. Ottomila guerrieri, con una avanguardia armata di balestre, e dietro i cavalli, ì carri e l'esercito vero e proprio. File e file di soldati, in formazione da battaglia su 38 colonne, con in pugno alabarde e lance affilate. Un
esercito posto a difesa della tomba del suo imperatore, che non ha mai tremato davanti alla sfida dei secoli. Fino a pochi anni fa, quando un nemico tenibile e sconosciuto ha iniziato a divorarlo lentamente.
L'esercito di terracotta risalente al primo imperatore cinese a Xian (antica capitale della Cina posta a circa 800 chilometri a ovest di Pechino), una delle più importanti scoperte archeologiche mondiali, è ora minacciato dall' inquinamento. Rischiano di sgretolarsi questi pezzi archeologici fatti costruire da Qin Shi Huang Ti, l'imperatore crudele che fece uccidere le sue concubine e i costruttori della tomba per mantenere il luogo al sicuro dalle razzie.
A lanciare l'allarme è stato ieri il South China Morning Post, dopo che precedenti segnalazioni avevano già mobilitato gli esperti stranieri.
Progressivamente riportate alla luce dopo tre decenni (i lavori di scavo sono iniziati nel 1974), centinaia di statue d'argilla hanno iniziato a perdere la loro colorazione a causa dell'ossidazione dovuta all’esposizione all'aria. «Se non si fa nulla ora, tra un secolo i guerrieri saranno talmente danneggiati che le fosse dove si trovano assomiglieranno a miniere di carbone e il loro valore estetico sparirà», ha riferito Cao Junji, direttore delle ricerche all'Istituto dell' ambiente dell'accademia cinese di scienze sociali.
Particelle acide sospese nell'aria hanno eroso la superficie delle statue, deponendovi una sottile polvere. Le particelle hanno indebolito anche il gesso che mantiene la solidità delle opere. «Nel caso in cui una gamba o una spalla si Stacchi, la statua resta interamente danneggiata», secondo l'esperto citato dal quotidiano di Hong Kong. I tratti che caratterizzano le persone come il naso, i capelli o i baffi, rischiano ugualmente di sparire.
«Il museo per le scoperte archeologiche esposte si serve di tecnici o di vari strumenti per monitorare l'ambiente, ma manca di esperienza» sostiene Cao. autore di un'iniziativa per, conservare le statue, in cooperazione con laboratori situati a Hong Kong e negli Stati Uniti. «L'inquinamento atmosferico è una malattia che sta rovinando il patrimonio culturale. Non possiamo eliminarla ma possiamo diminuirne la gravita», ha spiegato l'esperto cinese.
Un allarme preoccupante che rischia di cadere nel vuoto. Già nel 2000 un "sos' venne lanciato in difesa del plurimillenario esercito. Allora, a minacciare le ottomila statue di terracotta furono oltre 40 tipi di muffe che avevano iniziato a intaccare 1.400 guerrieri. Le muffe erano fiorite a causa delle temperature elevate e dell'umidità sviluppatasi nel capannone in cui le statue erano conservate. Si cercò di riparare spruzzando 500 chili di una sostanza chimica innocua per i turisti. Ora, l'inquinamento sta facendo il resto.



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news