LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - Periferia o chiostro la statua di Koons ora dove la metto?
MASSIMO VANNI
05 gennaio 2016 LA REPUBBLICA





JEFF KOONS dove lo metto? L'assessore alla cultura, cio il sindaco Dario Nardella, torner a Palazzo Vecchio dopo la Befana. Ma da quando, alla vigilia di Natale, l'artista pi pagato al mondo ha fatto sapere di essere disponibile a lasciare a Firenze per un lungo periodo Pluto e Proserpina, la tanto discussa statua dalle superfici inox lucide dorate, il quiz ufficialmente aperto: dove la mettiamo l'opera- provocazione che, in tre mesi di prossimit con il David michelangiolesco sull'arengario di Palazzo Vecchio, ha fatto il giro del mondo?

Di sicuro non l dove si trova oggi: su questo almeno il sindaco Nardella ha gi deciso. Per il resto per si avanzino suggerimenti: Troveremo una collocazione all'altezza dell'artista, assicura la vicesindaco Cristina Giachi. Sorvolando sulle critiche pi aspre, piovute nel frattempo sulla statua-kitsch. Una periferia forse, a distanza dal centro rinascimentale? Potrebbe essere una periferia, non una a caso per, una con un significato, non chiude le porte Giachi. Anche se l'idea che trova consensi a Palazzo Vecchio quella del chiostro del Museo del 900, la cui collezione del secolo scorso arriva s e no agli anni Ottanta e potrebbe ricevere proprio da Koons una spinta di popolarit.

Cosa ne pensa l'artista statunitense? Si racconta che sia grato a Firenze e a Palazzo Vecchio, per avergli consentito l'ingresso sull'arengario, il sancta sanctorum' della citt, un privilegio che da secoli non stato concesso a nessun altro. Ma per quanti giorni ancora concederebbe il suo idolo dorato, come lo chiama Tomaso Montanari, se il Comune gli proponesse di ricollocarlo alle Piagge? Con il museo comunale sarebbe tutto pi facile: resterebbe in centro e non ci sarebbe neppure necessit di chiedere pareri alla soprintendenza: Qualunque sar la proposta, chiaro che l'opinione dell'artista sar decisiva , si fa notare da Palazzo Vecchio. A chi spetta avanzare la proposta?

Anni fa, all'inizio dell'era Renzi, nel settembre 2009 l'assessore alla cultura Giuliano Da Empoli mise su una commissione di tre esperti. Con il preciso compito di vagliare e studiare la collocazione delle opere d'arte negli spazi pubblici: il curatore d'arte Francesco Bonami, Alberto Salvadori, direttore del museo Marini, e la direttrice della Strozzina Franziska Nori, fu allora la sua scelta. Solo che quella commissione dur quanto dur. La riesum il successore filosofo Sergio Givone, chiamando Maria Grazia Messina, Lucilla Sacc e Sergio Risaliti. Solo che oggi non esiste pi. Non pi stata riunita n rinominata: Decidiamo di volta in volta, spiega Palazzo Vecchio.

Eppure i momenti d'imbarazzo governativo non sono mancati. Lo scultore Henry Moore all'alba dei Settanta si trov a discutere con il suo Guerriero: l'idea di collocarlo nel cortile degli uffici di Palazzo Vecchio fu giudicata ben poco prestigiosa dall'artista inglese e ne nacque una contesa. La grande statua

Dietrofront di Pistoletto a Porta Romana fu accolta nel 1984 da critiche scandalizzate. E lo stesso destino tocc nel 1993 al

Paloma di Botero all'uscita dall'autostrada.

Per non dire di Giuliano Vangi: il suo San Giovanni Battista doveva stare davanti alla Biblioteca nazionale ma dal 2000 in Santa Maria Sopr'Arno. Nel 2008 ci si accapigli su Two rivers di Greg Wyatt: Firenze non l'ha voluta ed finita a Pisa. Mentre nel 2013 Zhang Huan, il cinese che con la sua mostra riapr il Forte, don il suo Confucio in marmo chiedendo che fosse esposto in uno spazio adeguato. finito in un deposito comunale. Dove magari qualcuno vorrebbe relegare per sempre anche Koons.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news