LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Monete antiche, incentivo al commercio illegale
RENATA CANTILENA
24-GIU-2005, La Repubblica, cronaca di Napoli

Una ferita al nostro patrimonio culturale e alla ricerca storica stata appena inferta alla Camera con la conversione in legge del decreto "recante disposizioni urgenti per lo sviluppo e la coesione territoriale, nonch per la tutela del diritto d'autore e disposizioni concernenti l'adozione di testi unici in materia di previdenza obbligatoria e di previdenza complementare".

diventata ormai consuetudine infilare in una legge contenitore una pluralit di materie non attinenti, e quindi, tra una disposizione e l'altra, stato inserito un articolo riguardante le monete antiche, che comporta una modifica a quanto in precedenza disposto nel Codice dei beni culturali e del paesaggio (il cosiddetto Codice Urbani).

QUESTA disposizione desta vivo sconcerto nel mondo della cultura, e in particolare tra gli studiosi di
numismatica antica, archeologi e storici, perch prevede l'esclusione di ogni obbligo di notificazione alle competenti autorit delle monete antiche e moderne "di modesto valore o ripetitive, o conosciute in molti esemplari o non considerate rarissinie, ovvero di cui esiste un notevole numero di esemplari tutti uguali".

La distinzione tra monete antiche di pregio e monete seriali rappresenta, sotto il profilo scientifico e della tutela dei beninumismaticiearcheologici, un gravissimo danno: la moneta di per s un prodotto seriale e, ai fini della sua utilizzazione come fonte storica dispone di requisiti culturali, a prescindere dalla sua unicit o rarit.

Tra l'altro, la conoscenza di un numero elevato di repliche l'elemento per ricostruire dati quantitativi sull'entit della produzione delle emissioni monetarie, consentendo la lettura di fenomeni storici, economici e finanziari nel mondo antico. Pur se non soltanto la moneta in s, come del resto qualsiasi altro reperto archeologico ad avere importanza, ma il contesto del suo ritrovamento, indubbio anche che una singola moneta non di pregio, sia se rinvenuta occasionalmente, siase pertinente acollezioni e priva di dati di provenienza, se letta da uno specialista, in grado di fornire informazioni storielle.

Appare, quindi, un pericoloso precedente introdurre nel Codice dei beni culturali e del paesaggio disposizioni che giudicano un reperto archeologico, quale la moneta antica, soltanto sulla base del proprio valore venale e patrimoniale. L'esclusione di obbligo di notificazione alle competenti autorit di fatto impedisce il controllo sulla circolazione dei reperti numismatici favorendo il commercio delle monete antiche e incentivando scavi clandestini. Questi ultimi rappresentano un vero e proprio furto ai danni della collettivit: ben noto che per recuperare monete antiche, nella maggior parte dei casi peraltro prive di un elevato valore di mercato, si distrugge di fatto un contesto archeologico.
La piaga del commercio illegale di monete antiche, legato alle attivit di scavatori clandestini, una realt assai diffusa nella nostra regione e si pu essere certi che provvedimenti come quello in discussione alimenteranno il traffico illecito di questi importanti reperti archeologici, che, a quanto pare, rivestono pi interesse per i commercianti che per le istituzioni culturali. Non si pu tacere, in proposito, la grave crisi che da anni ha investito il prestigioso Centro internazionale di studi numismatici, che ha sede dal 1967 nel complesso di Villa Livia a Napoli, di propriet del Museo civico Filangieri.


Scongiurato in anni recenti il tentativo di mettere in vendita l'immobile, grazie anche all'intervento di Italia Nostra e del-l'allora ministro dei Beni culturali Veltroni, che su richiesta del comitato di settore dei beni archeologici del ministero dei Beni culturali, appose alla Villa il vincolo monumentale, non seguito alcun atto per salvaguardare l'istituto di cultura in esso ospitato. Sicch attualmente il Centro internazionale di studi numismatici, che da decenni ha svolto a livello internazionale attivit di ricerca e formazione nel campo degli studi sulle monete antiche, in particolare dell'Italia meridionale, ormai completamente inagibile, con tutte le sue strutture (biblioteca di 4000 volumi, fototeca di 43000 documenti, raccolta di oltre 23000 calchi di monete). Non interessa pi a nessuno a Napoli la ricerca e la salvaguardia delle monete antiche, una delle fonti pi importanti per ricostruire la storia?



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news