LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Atteso oggi il voto finale alla Camera sul DL 63 - Test archeologico prima del cantiere
Valeria Uva
Il Sole 24-Ore, 22 giugno 2005


ROMA - Passa, con uno scivolone della maggioranza, l'archeologia preventiva. Ieri l'Aula della Camera ha approvato le norme del DL 63/2005 che istituiscono la verifica in fase di progettazione dell'interesse archeologico delle aree per le opere pubbliche.

Durante le votazioni il Governo stato battuto su un emendamento dell'opposizione. Con 199 voti favorevoli contro 187 contrari stata approvata una modifica, marginale, proposta dalla diessina Franca Grignaffini sulla quale Governo e relatore avevano espresso parere contrario.

La piccola correzione allunga da dieci a 15 giorni il termine entro cui le Sovrintendenze possono richiedere all'amministrazione documenti integrativi sull'opera da realizzare.

Molto pi significativa, invece, perch concede un pi ragionevole lasso di tempo alle Sovrintendenze per valutare i progetti, l'altra modifica al testo, anche in questo caso proveniente dai banchi dell'opposizione (ma accettata dalla maggioranza) approvata ieri.

Il tempo entro cui il Sovrintendente deve decidere se sottoporre il progetto alla verifica dell'interesse archeologico passa dai soli 30 a 90 giorni. L'obiettivo della nuova procedura evitare di bloccare i cantieri al primo ritrovamento archeologico. Per, raggiungerlo si intensificano i controlli nella fase della progettazione e si istituisce un nuovo passaggio burocratico.

Tutta la procedura parte infatti una volta approvato il progetto preliminare di un'opera pubblica che ricade in un'area di interesse archeologico. A quel punto la stazione appaltante deve trasmettere alle Sovrintendenze, oltre a una copia del progetto, anche i risultati delle indagini geologiche e tutta una serie di informazioni (dai dati di archivio ai risultati delle osservazioni dei terreni) per consentire ai Beni culturali di decidere se sottoporre o no il progetto alla verifica di interesse archeologico.

Una verifica che consiste in carotaggi e saggi in modo da capire cosa si nasconde sotto il terreno. Tre le conclusioni
possibili: l'assenza di reperti di valore e dunque il via libera al cantiere, la presenza di alcuni beni non di grande valore da spostare in musei, o, infine, l'emersione di reperti significativi.

In questo caso spetta al Sovrintendente decidere se e come far partire i lavori, assicurando al tempo stesso la tutela. Con queste norme si protegge davvero il patrimonio archeologico del Peese commenta Pierantonio Zanettin (Fi), relatore del Dl . Almeno in questo caso il Centro destra non potr essere tacciato di voler distruggere i nostri beni culturali.

In effetti l'archeologia preventiva ha gi incassato il consenso di parte dell'opposizione. Commenta il diessino Carlo Carli: Cos si evitano due danni: quello ai reperti, ritrovati a sorpresa durante i lavori, e quello al cantiere che, con il blocco dovuto alle scoperte, rischia sempre di perdere i finanziamenti per l'opera.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news