LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ritratto negato: Chiamparino ribatte a Sgarbi
Giovanna Favro
La Stampa, Torino, 21/6/2005

«Se Vittorio Sgarbi cominciasse ad interessarsi anche di qualche altra città non mi offenderei, anzi sarei contento». La battuta è del sindaco Sergio Chiamparino, dopo la lettera aperta del critico d'arte che s'appella al ministro per i Beni culturali, Rocco Buttiglione, per impedire il restauro del capolavoro «Il ritratto di uomo» di Antonello da Messina, prima concesso e poi ritirato dalla mostra sul Male alla palazzina di caccia di Stupinigi. Il critico chiama in causa il primo cittadino domandandogli di non sottrarre il dipinto al pubblico, e di esporlo in Municipio in attesa della riapertura di Palazzo Madama. La replica di Chiamparino tradisce il fastidio per la nuova sortita del critico: «A differenza di Sgarbi non ho la presunzione di insegnare a tecnici e direttori di musei il loro mestiere». E poi, «i patti si rispettano». Non s'è fatta attendere neppure la risposta di Enrica Pagella, direttore del museo d'Arte antica: «Abbiamo rilevato increspature della pellicola pittorica che potrebbero col tempo determinare danni irreversibili».
La lettera di Sgarbi, pubblicata ieri su questo giornale, polemizza con il ritiro dell'opera dalla mostra motivata dalla necessità di verificare se abbia necessità di restauro. Sgarbi non ha dubbi: non solo non necessita di ritocchi, ma si rischia di far danni. Por mano al capolavoro significa rischiare d'intaccarne la bellezza; per di più, per Sgarbi, lo si sottrae ancora una volta - ingiustificatamente - al pubblico: secondo lui, quando gli esperti dell'Opificio delle pietre dure di Firenze lo vedranno, rifiuteranno risolutamente di porvi mano. Di qui l'appello, ancora una volta, a Buttiglione, perché «scongiuri l'insidioso progetto».
Il sindaco ricorda innanzitutto che «Proprio perché se ne prevedeva l'invio ai tecnici che avrebbero valutato la necessità di restauro, l'opera inizialmente non doveva essere affatto presente a Stupinigi. Su pressioni mie, dello stesso Sgarbi e dell'assessore Alfieri, s'era convenuto di posticipare l'analisi del dipinto, per esporlo. S'è raggiunto un accordo, che ora va però rispettato». Chiamparino ricorda l'antefatto «per evitare che qualcuno pensi a una vendetta dopo il ricorso al ministro sul parcheggio di piazza San Carlo», quando gli appelli del critico determinarono lo stop ai lavori. L'invito ad attirarsi lo lascia indifferente: «A differenza di Sgarbi non ho la presunzione di insegnare il loro mestiere a sovrintendenti, tecnici e direttori di musei. Dunque non ho titolo né competenza per decidere questa querele. Sgarbi è libero d'appellarsi al ministro. Temo però che finisca come per piazza San Carlo: s'è messa in dubbio la professionalità di esperti e tecnici che avevano ben operato, per poi riconfermarla a distanza di un mese».
Quanto a Enrica Pagelli, direttore del Museo d'arte antici, ricorda che il ritiro dell'opera «è avvenuto alla data pattuita nel contratto di prestito», e spiega la necessità tecnica di esaminare il dipinto, nel quale, per di più, «Vecchi fori di tarli che corrispondono a sottili gallerie scavate nello spessore del legno contribuiscono a rendere più fragile la tavola». Per la direttrice «Le indagini in programma sono di tipo diagnostico, non invasive. Porteranno alla luce dati mediti, che sarà interessante confrontare con quelli su altre opere di Antonello».



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news