LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Palermo. Nuovi gioielli all'interno del museo Diocesano
Vincenzo Prestigiacomo
Sicilia, Palermo, 21/6/2005

Il Museo Diocesano si arricchisce di altri due spazi espositivi, una Sala Gialla e una Azzurra, che sono state inaugurate ieri pomeriggio da Sua Eminenza il cardinale Salvatore De Giorgi. Erano presenti: Antonino Lumia, dirigente generale Beni culturali; Adele Mormino, soprintendente per i Beni culturali di Palermo; mons. Giuseppe Randazzo, direttore Museo Diocesano; Salvatore Bordonali, presidente della Congregazione Sant'Eligio; Maria Concetta Di Natale, curatore scientifico del Museo Diocesano.
Il nostro sogno - dice il cardinale De Giorgi - che i lavori di restauro si possano completare per arrivare al pi presto alla cappella del Borremans, che pu gareggiare anche con le pi belle del Vaticano.
E il dottor Antonino Lumia: Il decreto per i restanti lavori non stato formalizzato, ma c' tutta la volont di recuperare tutta l'ala dell'edificio. I due ambienti del piano nobile del Palazzo Arcivescovile - spiega mons. Giuseppe Randazzo, direttore del Museo Diocesano, - fanno parte dei saloni di rappresentanza che erano stati chiusi nel 1988. Sicuramente arricchiscono le potenzialit del museo, che cos raggiunge le 15 sale espositive con opere dal XII al XIX secolo, in attesa di arrivare al completamento dei restauri con la cappella del Borremans. Il loro uso sar rivolto a mostre di opere restaurate che si trovano nei nostri depositi e che non trovano posto nell'attuale circuito permanente cronologico.
Mons. Randazzo appare fiducioso per il recupero del resto del piano nobile. Sembra che in tempi non molto lunghi
l'assessorato ai Beni culturali debba far partire i lavori.
In attesa dell'apertura totale si andr avanti con le due nuove sale per far conoscere le opere invisibili.
Le due stanze furono decorate nel periodo in cui era arcivescovo Giovan Battista Naselli (1853-1870). Su entrambe le volte campeggia lo stemma dell'alto prelato, opera probabilmente di Emmanuele o Giovan Battista Palazzotto. E Maria Concetta Di Natale, curatore scientifico: La fase attuale stata l'occasione per sistemare alcuni ricchi arredi barocchi del Palazzo Arcivescovile. Nella Sala Azzurra hanno trovato posto due splendide consolle, una rococ e un'altra neoclassica. Poi spiccano due grandi sedie episcopali dello stesso periodo. Abbiamo anche esposto alcuni ritratti degli arcivescovi palermitani tra cui quello di Giannettino Doria, l'arcivescovo legato al periodo della scoperta delle ossa di Santa Rosalia. Senza dimenticare il ritratto di Alessandro Lualdi, fondatore del Museo Diocesano. Il dipinto di Lualdi opera di Onofrio Tomaselli. Tra le altre opere in mostra, una Piet, olio su tavola di autore ignoto ma databile alla fine del XV secolo. Proviene dalla Magione, dove la ricorda il Di Giovanni, che l'attribuiva a scuola fiorentina.
C' anche la Santa Rosalia di Giacinto Calandrucci del 1703, proveniente dalla chiesa del SS. Salvatore. La patrona di Palermo appare immersa in un'atmosfera soffusa, con l'evidente intento di conferire all'opera un carattere antico. Dopo l'esposizione la tela sembra che debba rientrare al SS. Salvatore.
Tra gli oggetti che abitualmente stanno nei depositi del palazzo Arcivescovile, anche due tele attribuite allo Zoppo di Cangi. Sono un Sant'Onofrio e un San Girolamo dei primi anni del Seicento. Di autore fiammingo, invece, una Deposizione, tavola databile all'inizio del Cinquecento.
Di buona fattura una scrivania siciliana del 1790 impiallacciata e intarsiata, appartenuta alla Compagnia di San Giovanni Battista di Malta. Non meno prezioso un tavolo dei Governatori della SS. Lega del Peccato al Ponticello, legno intagliato e dorato della fine del '700.
Un oggetto veramente curioso un Cofano da viaggio, di manifattura francese. Dice Pierfrancesco Palazzotto,vice direttore del museo Diocesano: Probabilmente appartenuto a Maria Amelia di Borbone, moglie di Luigi Filippo I d'Orleans. Sulla cassa sono stampigliate le iniziali.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news