LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino. Il nuovo Museo Egizio riparte dal logo
Ilaria Dotta
Giornale Piemonte, 21/6/2005

Non è un semplice logo. Ne è certo, il presidente della Fondazione Museo delle Antichità egizie, Alain Elkann. «Questo è innanzitutto il segno esplicito del fatto che da oggi esistiamo». A pochi mesi dalla sua istituzione, la Fondazione di via Accademia delle Scienze ha finalmente trovato un simbolo che la identifichi. Un mezzobusto di Ramesse II la cui immagine frontale è stata «dimezzata», quasi a suggerire la possibilità di misteriose scoperte e insinuare cosi nell'osservatore il seme della curiosità. L'idea grafica è del team di Paolo Pininfarina, che per la realizzazione della «testa» ha voluto un'efficace miscela di innovazione e contemporaneità. I colori sono quelli caldi del deserto africano e la metodologia utilizzala quella del «computer aided design». È come se la statua fosse analizzata, sezionata, «scannerizzata» con l'intervento delle migliori tecnologie possibili.
«Ho scelto di interpretare la statua frontalmente - ha spiegato Paolo Pininfarina, amministratore delegato di Pininfarina Extra -perché la visione di profilo mi è sembrata fin da subito la meno innovativa». Ma perché proprio Ramesse II? Il motivo, secondo il presidente della Fondazione, va ricercato nella sua esclusività. «Si tratta di un vero "pezzo unico" nella storia dell'egittologia - ha spiegato Elkann -, una statua che caratterizza fortemente il patrimonio della Fondazione». E l'immagine ideata da Pininfarina non comparirà soltanto su manifesti e locandine, ma anche sui biglietti da visita di chi opera nel Museo e sulla carta intestata. «Sono stato molto felice di occuparmi di questo progetto - ha sottolineato Paolo Pininfarina -, perché da sempre c'è una sorta di fil rouge che lega la mia famiglia al Museo Egizio». Già nel 1967, infatti, la Pininfarina aveva collaborato con l'Egizio di Torino nella realizzazione dell'antico tempio di Ellessija all'interno del Museo, attraverso un importante supporto tecnico.
«Un importante passo è stato fatto», ha commentato Alain Elkann. E le prossime tappe sono già definite. Il 25 e 26 luglio si terrà la prima riunione ufficiale del comitato scientifico con la partecipazione della direttrice della Museo, Eleni Vassilika. Il primo luglio, invece, cominceranno finalmente i lavori di restauro.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news