LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La Tav si rivela una fucina di scoperte archeologiche
Laura Gigliotti
Il Giornale, cronaca di Roma

19-GIU-2005


Ai lavori per la costruzione della linea ferroviaria ad Alta velocit (Tav) Torino, Milano, Roma, Napoli, interessano regioni ricchissime dal punto di vista archeologico.

Si pensi al Lazio e alla Campania per il mondo romano, alla Toscana e all'Emilia per la cultura etrusca.

E si stanno rivelando una fucina di scoperte, un'occasione irripetibile per la conoscenza estesa di alcuni settori del territorio nazionale, dice l'archeologo Andrea Carandini illustrando al San Michele, present i ministri delle Infrastrutture e dei Beni culturali Rocco Buttiglione e Pietro Lunardi e i responsabili delle Ferrovie e della Tav, Elio Catania e Antonio Savmi Nicci, il primo numero di una collana multimediale dedicato a far conoscere i beni archeologici venuti alla luce durante i lavori nella tratta Roma Napoli che entrer in funzione a dicembre: 140 chilometri dei 630 totali (la prossima tratta Torino-Novara a febbraio, quindi nel 2007-2008 il completamento), in cui si sperimenta un nuovo rapporto fra grandi opere e archeologia, che ribalta la vecchia logica. La strada, come la ferrovia., non come barriera o semplice segno sul terreno, precisa il ministro Lunardi, portando ad esempio la ricomposizione del sito di Lucus Feroniae vicino a Piano, cui si potr accedere dall'Autostrada.
La nuova metodologia adottata la cosiddetta archeologia preventiva, che ispeziona il sottosuolo usando tutti gli strumenti offerti dalla ricerca pi sofisticata come il monitoraggio fotografico e satellitare- L'archeologia come luogo di convergenza fra cultura umanistica e scientifica, secondo il ministro Buttiglione che mette in guardia dal perico-lo del fondamentalismo di chi vuole conservare sempre tutto. Lo scavo archeologico, in pratica, solo Fatto conclusivo, programmato

ed eseguito con modalit diverse a seconda di cosa si cerca.

Questo garantisce un alto tasso di successo, riducendo al minimo i rinvenimenti "fortuiti", ricorda ii direttore generale Anna Maria Reggiani.

E cos che sono venuti alla luce i fossili di elefanti dell'antica Valle Latina, terme, antiche fornaci, carbonaie, necropoli, officine dell'et del bronzo, villaggi dell'alto medioevo.

Per ogni ritrovamento il Dvd interattivo, che sar distribuito in musei e aree archeologiche, fornisce schede storielle, ricostruzioni virtuali, immagini satellitari, e cartografie con i ritrovamenti.

Risultato di questo lavoro sono i 300 siti archeologici, di cui 140 nel tratto Roma Napoli, rinvenuti finora. E messi in sicurezza anche con l'ausilio economico del ministero delle Infrastnitture che finanzia il recupero dei beni con il 5 per cento del valore delle grandi opere della legge obiettivo, tramite Arcus.

Laboratorio di questa nuova metodologia stato il Lazio. Solo sulla Roma-Napoli dove sono state fatte indagini archeologiche in media ogni 500 metri, i siti di ima certa importanza, sono 140. Lungo i 130 chilometri del tracciato laziale da Zagarolo a Cassino, stato effettuato lo scavo archeologico di circa 50 siti, di cui mia ventina di grande importanza scientifica.

Fra i ritrovamenti, alcuni dei quali verranno inseriti in percorsi archeologici, da segnalare a. Ceccand il santuario della Grotta, un suggestivo luogo di culto su un costone tufaceo, utilizzato dal IV sec. a.C. all'et cristiana e nelle vicinanze della, via Latina la villa romana con impianto termale e pavimenti a mosaico di Cardegna.

A Colle Noce a Segni un santuario di et romana, a Casal del Dolce ad Anagni un insediamento di et neolitica e a Valmontone una fattoria e una stazione di sosta con terme di et romana.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news