LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

«La Langa nel club dell' Unesco» - Via libera alla candidatura da Costa e Rossetto
19-GIU-2005, Stampa Cuneo


IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA E IL SINDACO DI ALBA PUNTANO AL PRESTIGIOSO RICONOSCIMENTO


ALBA
II primo passo è compiuto. Venerdì ad Alba il presidente della Provincia, Raffaele Costa, e il sindaco, Giuseppe Rossetto, hanno dato il via libera per la candidatura delle Langhe a patrimonio mondiale dell'Unesco.

Una scalata a un riconoscimento prestigioso, che potrebbe far sedere le colline del Barolo e del Barbaresco in uno dei club più esclusivi, a fianco di siti famosi in tutto il mondo, dal Gran Canyon statunitense alle rovine di Pompei. E far così diventare l'Albese una terra simbolo non solo della Provincia, ma dell'Italia a livello mondiale.

All'incontro di venerdì in municipio erano presenti il consigliere regionale e vicesindaco, Alberto Cirio, sindaci e rappresentanti dei Comuni di Barbaresco, Barolo, Castiglione Falletto, Monforte, Neive, Novello, Roddi, Treiso e delle comunità collinari.

«Il progetto - dice il presidente Costa - è stato accolto e sarà approfondito a Roma in un prossimo incontro con il ministro ai Beni culturali, Rocco Buttigliorie. L'iniziativa raccoglie l'interesse della Provincia e dei Comuni albesi e intende promuovere il territorio delle Langhe non solo come patrimonio naturalistico e ambientale, ma anche sotto il profilo turistico e culturale».

Ecco quindi un allargamento possibile anche all'Alta Langa. Come spiega il sindaco Rossetto: «Ora è necessario aprire un tavolo di concertazione con tutti i

paesi e le Comunità collinari e montane per preparare il dossier della candidatura. Cercheremo di caratterizzare la nostra proposta coinvolgendo il territorio, ma senza estendere troppo i confini. Altrimenti si finisce per annacquare la candidatura».
Dopo la dichiarazione d'intenti, è ora arrivato il momento di rimboccarsi le maniche e di iniziare l'assalto all'Unesco per convincere i suoi funzionali con i sapori, i colori e le tradizioni delle Langhe.


L'incarico per preparare il dossier è stato affidato dalla Provincia alla società Ideazione di Alba, che si occupa di servizi per il turismo e i beni culturali. Negli ultimi mesi il presidente Costa aveva avuto diversi contatti con il centro del Patrimonio Mondiale Unesco che ha sede a Parigi, con il centro italiano per l'Unesco e soprattutto con il ministero per i Beni e le attività culturali.


Se arriverà, il traguardo consentirà al territorio di aprirsi al turismo internazionale con maggiore autorevolezza. Ma sarà anche l'occasione per creare una mentalità virtuosa tra gli ammini-stratori, che anche in futuro dovranno mantenere uno standard elevato nella conservazione e gestione dell'ambiente e delle sue ricchezze.

In Italia, i siti patrimomio dell'Unesco sono trentanove, cVe dei
quali si trovano in Piemonte: le residenze reali dei Savoia e i
Sacri Monti al confine con la Lombardia.



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news