LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LUCCA - Il Lubec apre con il ritorno dei mecenati
07 ottobre 2015 IL TIRRENO



Si inaugura alle ore 15 di venerd nel Parco di Villa Mimbelli a Livorno la quinta edizione di Harborea - festa delle piante e dei giardini d'Oltremare. Una manifestazione entrata nel circuito delle maggiori mostre mercato di giardinaggio nazionali. Nel 2011, anno di esordio. Harborea fu visitata da 5.000 appassionati di fiori e giardini, che due anni dopo erano gi 8.000. Nel 2014 i biglietti staccati superarono 10.000. Quest'anno sono 90 circa gli espositori provenienti da tutta Italia con oltre 500 specie e variet diverse di piante, un gran numero delle quali difficili da reperire a Livorno: rose rare, rampicanti per l'ambiente mediterraneo, arbusti profumati, alberi da frutto di variet antiche, erbacee perenni da fiore e d foglia, graminacee ornamentali, fiori stagionali, bulbi, orchidee, carnivore, piante succulente, peperoncini, aromatiche, bamb, conifere, agrumi da vaso e da piena terra, ortensie, camelie, piante da siepe. Con il 45% della produzione vivaistica ornamentale italiana (valore a livello nazionale del comparto: 2,6 miliardi di euro, il 6% della produzione agricola nazionale, stessa percentuale del comparto vitivinicolo) la Toscana in testa alle regioni italiane per produzione di piante ornamentali. Per onorare questa eccellenza regionale, ad Harborea sono stati privilegiati i vivai e i produttori toscani, senza per dimenticare i vivai piemontesi, lombardi, veneti, laziali e di altre regioni che aumentano l'offerta di qualit della mostra mercato e le aggiungono prestigio. Harborea organizzato dal Garden Club Livorno, che conta attualmente quasi 200 socie. Per informazioni telefonare al 320-8887044 gardenclublivorno@tiscali.itdi Paola Taddeucci Sono 685 i mecenati del nuovo millennio. 140 imprese, 44 enti non commerciali e 502 persone fisiche che complessivamente hanno donato oltre 24 milioni di euro per la cultura, l'arte e lo spettacolo. 188, invece, gli enti beneficiari che hanno presentato progetti di manutenzione e restauro dei loro monumenti: la Toscana, con 23 enti, al secondo posto in Italia dopo la Lombardia che ne ha 27. Ecco i numeri dell'Art bonus, la legge che un anno e mezzo fa ha introdotto il credito di imposta per chi contribuisce alla manutenzione, alla promozione, al restauro e alla valorizzazione dell'arte e della cultura. I dati verranno presentati per la prima volta nel corso di Lubec, in programma l'8 e il 9 ottobre al Real Collegio, nel centro storico di Lucca. Intorno al tema "Capitale culturale e capitale umano: l'innovazione al servizio della cultura" si confronteranno oltre 180 relatori in venti seminari e tavole rotonde. Proprio la giornata di apertura, gioved 8, sar dedicata in larga parte all'Art bonus. Nel convegno inaugurale (alle 10) ne parler Antonella Recchia, segretaria generale del Mibact (Ministero dei beni culturali), mentre dalle 15 alle 17 previsto un approfondimento con la partecipazione, tra gli altri, di Ettore Pietrabissa, direttore generale di Arcus, la societ pubblica che gestisce la promozione dell'Art bonus. Per Pietrabissa i numeri sono molto positivi. Molti, infatti, gli interventi di restauro gi realizzati in Italia grazie ai nuovi mecenati. Dei quali i pi generosi, tra chi ha acconsentito alla pubblicazione del nome, sono stati l'Agsm Verona Spa con tre milioni e 200mila euro per la Fondazione Arena di Verona e la Banca Popolare di Bergamo con 2 milioni per la ristrutturazione del teatro Donizetti di Bergamo. La situazione toscana in grande fermento, come dimostra il numero degli enti che hanno presentato i progetti. Prato, peraltro, stata la prima delle quattro tappe organizzate dal Mibact in Italia per promuovere i benefici del mecenatismo. Entro dicembre saranno gli stessi pratesi a scegliere il monumento da restaurare, tra i cinque proposti dal Comune, e su cui convogliare i fondi. Grazie all'Art Bonus, poi, sono in corso d'opera, gi terminati o in procinto di partire diversi progetti in alcune citt toscane. Tra questi a Firenze i lavori alla Galleria degli Uffizi, alla Biblioteca nazionale, alla fontana e alla cupola di piazza Santo Spirito; a Poggibonsi il parco archeologico e tecnologico; a Volterra la Torre del Maschio; a Siena l'ex complesso Tolomei; a Calcinaia il quadro della cappella di Santo Stefano; a Pisa il museo delle navi romane; a Borgo a Mozzano il ponte del Diavolo; a Lucca la Torre di Monte Catino e il monumento di piazza del Risorgimento. In quest'ultima citt, inoltre, sta per partire la raccolta per reperire 1 milione e mezzo di euro da destinare al Teatro del Giglio. Al Lubec, infine, ci saranno altri due battesimi: l'incontro tra i sindaci delle citt capitali della cultura, con Matera in testa (il 9 dalle 9,30 alle 13,30) e il forum con sei direttori dei musei da poco nominati dal ministro Dario Franceschini (il 9 dalle 15 alle 17,30). Il programma completo della rassegna su www.lubec.it.




news

24-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news