LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Giulierini "Nel mio museo ricerca, mostre e un ristorante"
ANTONIO FERRARA
06 ottobre 2015 LA REPUBBLICA

Direttore Giulierini, che clima ha trovato a Napoli?

Mi sembra buono. In questa settimana in tanti hanno chiesto di parlare con me, molti mi hanno proposto idee, ho visto tanto entusiasmo. E c' anche chi, tra i custodi, mi ha ringraziato perch gli ho stretto la mano. Per altro si percepisce che Napoli resta una capitale, me ne accorgo gi in questi primi giorni.

Se dovesse spiegare come cercher di cambiare il Museo di Napoli, da dove inizierebbe?

Un primo aspetto quello di come il museo si pone, di come comunica. Mi netto nei panni del visitatore e percepisco disorientamento, frammentariet. Non mi chiara quale sia l'idea guida del museo.

E come pensa di agire?

Domani ho una riunione con i miei collaboratori. Ho chiesto a ognuno una relazione, voglio avere il quadro delle attivit in corso, degli interventi progettati e programmati, delle proposte. Sulla base di ci, prepareremo un piano generale, un progetto di come il museo dovr essere da qui ai prossimi anni. E le attivit o gli interventi coerenti con questa nuova impostazione li conserver, gli altri andranno rivisti o profondamente cambiati.

Qual l'idea guida che metter al centro del nuovo Archeologico?

Al Louvre percepisci la grande storia di Napoleone e della Francia. Vorrei che il museo comunicasse il suo essere la grande espressione culturale dello Stato borbonico e di Napoli. Questo, nella consapevolezza che i codici interpretativi del pubblico internazionale, dai cinesi ai vietnamiti, sono diversi dai nostri. Chi entra qui deve poter capire subito che il "Toro Farnese" non viene da Napoli, ma racconta, assieme alle altre sculture trasportate da Roma, la storia di una grande dinastia. E deve poter capire che, proprio perch a Napoli sede di un regno tra i pi importanti d'Europa, arriva la scoperta di Pompei, che resta uno dei pi importanti contributi dati da Napoli alla cultura europea.

I depositi del museo, dalle Cavaiole ai sottotetti che tutti chiamano "Sing Sing, sono pieni. Come pensa di valorizzarli?

I depositi sono il grande potenziale del museo, utilizzeremo i reperti non esposti per mostre che penseremo noi e devono essere allestite come azione di un percorso di riallestimento del museo stesso che cos, mostra dopo mostra, cambier continuamente le esposizioni. Non possiamo spendere soldi e poi buttare via gli allestimenti. Se poi ci sono esuberi, si pu pensare a prestiti, ma ho gi visto troppi piccoli musei aprire e chiudere .

E per il parcheggio, cosa ha in mente?

Ho scritto all'assessore comunale alla Cultura, voglio incontrare tutti. E capire come garantire posti auto almeno ai diversamente abili.

Cosa trover il visitatore in pi rispetto a oggi?

Innanzitutto una mano invisibile che lo guidi, ed la comunicazione. Oggi ci sono colori, didascalie, ambienti diversi uno dall'altro. Bisogna creare un linguaggio il pi possibile unitario. Una volta scelta l'idea del museo, tutto deve tendere a renderla comprensibile ai diversi tipo di pubblico, per et, provenienza, interessi e formazione. Certo, bisogna andar cauti nel modificare allestimenti storicizzati, ma qualcosa deve cambiare. E poi, pi servizi. Penso a un ristorante di eccellenza, ne ha parlato anche il ministro Franceschini, dove si offrono i prodotti tipici, aperto oltre l'orario del museo, come il bookshop. E pi didattica.

Entro fine anno deve essere approvato lo Statuto.

S, e anche il bilancio. Poi c' la questione della separazione dalla soprintendenza archeologica e a un diverso uso dei locali fino ad ora occupati da quell'ufficio. Mi piacerebbe realizzare open-space per chi rester a lavorare al museo.

E i fondi, da dove li prender?

Qui subentra la fase amministrativa e gestionale: devo trovare sponsor, fare alleanze con soggetti interessati, sviluppare politiche di marketing, come un biglietto unico con Pompei, mini mostre tematiche. Dobbiamo andare a cercarli noi i turisti, questo il nostro compito.

Il museo di Giulierini far ricerca?

Certo. E faremo una collana editoriale specifica del museo, al di l del catalogo. Penso a piccole monografie su temi o aspetti. La ricerca sar orientata all'allestimento. E vorrei che restassero al museo biblioteca, fototeca e archivio, perch espressione della stessa storia che ha dato origine alla collezione museale.






news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news