LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PALERMO - Minacce ai proprietari di Palazzo Conte Federico, la contessa: "Non apro al pubblico"
30 settembre 2015 la Repubblica


Denuncia di Alwine Federico che rifiuta di aprire il palazzo per Le vie dei tesori, gli organizzatori confermano l'apertura ma la contessa smentisce


"Sto ancora tremando dalla paura, ho rivisto pi volte quel video in cui l'uomo guarda dritto nella telecamera e mima il gesto del taglio della gola. Io ho paura. Abbiamo fatto tante denunce ma la Polizia si limita a farmi firmare l'esposto". A parlare la contessa Alwine Federico, nobildonna palermitana, che oggi ha presentato l'ennesima denuncia di tentativo di intrusione nel palazzo di Conte Federico, dimora nobiliare e molto conosciuta in citt. La donna ha anche annunciato la chiusura del palazzo nobiliare in vista dell'iniziativa "Le vie dei Tesori" che prender il via venerd a Palermo. "Mi dispiace - dice all'Adnkronos - ma io ho troppa paura, non voglio vivere in questo stato". E racconta: "Da diversi mesi tentano di forzare il portone del palazzo, ma finora senza successo - dice - Noi abbiamo fatto mettere la telecamera e dopo l'ennesimo tentativo, ieri, abbiamo fatto stampare la fotografia di questo malvivente e l'abbiamo appesa sul portone con la scritta 'Attenzione al ladro'. Quest'uomo tornato la notte scorsa e dopo avere strappato la fotografia in mille pezzi ha guardato nella telecamera e ha mimato il gesto di chi taglia la gola. Non riesco a smettere di tremare". "La legge non ci protegge - dice piangendo - Forse deve scappare il morto per intervenire? Non posso pi dormire la notte, non mangio, non posso vivere e aprire al turismo, come volevo fare per 'Le vie del tesoro'. Ecco perch la contessa Alwine ha deciso di sospendere le visite al palazzo Conte Federico di via Biscottari, nel cuore del centro storico di Palermo. "Non vorrei che questa persona si intrufolasse tra i visitatori per farmi del male - dice - Non voglio vivere con il terrore. Chiedo alla Polizia di aiutarmi".

In serata arriva il comunicato degli organizzori. "La tenacia e la voglia di resistere hanno preso il sopravvento e il Palazzo con la bifora medievale pi bella della citt potr essere visitato. Antonella Tirrito dell'Associazione Segno Indelebile - che cura la gestione della dimora storica in stretto rapporto con la contessa Alvine Federico - , spiega che la nobildonna, dopo un primo comprensibile momento di sconforto, ha deciso di non cedere alle intimidazioni e ha confermato l'apertura del Palazzo. "Siamo solidali con i conti Federico - dice Bernardo Tortorici di Raffadali, presidente degli Amici dei Musei siciliani, responsabile delle visite guidate del Festival e presidente dell'Associazione Dimore storiche italiane-sezione Sicilia - e siamo contenti che abbiano deciso di non cedere alle intimidazioni e alla violenza. Noi ci impegniamo a garantire un servizio di vigilanza straordinaria sugli ingressi durante il Festival. L'apertura dei luoghi di Palermo vuole significare la condivisione, la resistenza alla cultura della violenza e la speranza di crescita della citt nel segno della cultura". Ma la contessa smentisce: "Ho paura, non apro".



news

21-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news