LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Penelope torna in Iran, diventa Signora di pace. Con Fondazione Prada e 3 copie romane. Franceschini apre mostra
Luciana Borsatti
29 settembre 2015 10:56


E' tornata a casa la Penelope di Persepoli, e con lei hanno trovato posto, nel Museo Nazionale di Teheran, anche le tre copie romane conservate nei musei Vaticani e Capitolini. Le aveva fatte incontrare la Fondazione Prada a Milano, inaugurando il 9 maggio la nuova sede con l'esposizione Serial Classic. Da oggi sono in mostra nella capitale iraniana, inaugurata nel pomeriggio dal ministro di beni culturali e turismo Dario Franceschini e intitolata con un nuovo nome, 'Lady of Peace'.
Perch il progetto ideato da Salvatore Settis ritrova qui a Teheran non solo il filone tematico della serialit dell'arte classica - cui solitamente si guarda come a un insieme di capolavori unici, ma in cui gi esisteva la tendenza a creare varie copie - ma anche un coronamento simbolico che va oltre la sua stretta valenza culturale.
Se infatti il progetto espositivo si sviluppato nella fase pi critica delle sanzioni internazionali contro l'Iran, la Penelope persepolina torna in patria quando l'accordo sul nucleare ha gi aperto le porte alla cooperazione con Teheran.
Ma c' anche un'altra ragione, intrinseca alla storia di questa Penelope, che ha spinto ad associarla ad un messaggio di pace.
L'ipotesi privilegiata dall'ideatore del progetto, Salvatore Settis, infatti che la statua sia stata, nella met del V secolo a.C., un pegno di pace tra le civilt belligeranti di Grecia e Persia.
La statua, ha osservato Settis parlando con l'ANSA a Teheran, "avrebbe dovuto fare un viaggio tanto lungo, per mare e poi su terra, proprio per suggellare una accordo di pace".
Certo, un'ipotesi non dimostrabile, ha proseguito, ma che si combina singolarmente con il contesto politico presente, tanto da far assegnare a Penelope l'attributo di 'Signora della Pace'.
Quanto al suo rapporto con le altre tre copie romane, anch'esso un giallo. Sepolta tra le rovine del palazzo di Persepoli ad opera di Alessandro Magno nel 331 a.C., fu ritrovata solo nel primo Novecento. Non poteva dunque essere lei l'originale delle tre copie, del I-II secolo d.C., ma probabilmente un'altra statua gemella realizzata nello stesso laboratorio greco. Due i misteri dunque custoditi in questi busti, uno solo dei quali si mostra integro, grazie ad un restauro, a completare il gesto della pensosa attesa di Penelope per il suo Ulisse. Ma il loro essere qui - in quella che anche la prima mostra di arte greco-romana a Teheran - stato il punto di arrivo di due anni di impegno congiunto della Fondazione Prada e dei ministeri degli esteri e dei beni culturali, fino all'accordo con le autorit iraniane. Le quali hanno sposato il progetto milanese a condizione che vi fosse anche questo corrispettivo iraniano.
Analogo impegno giunto anche dai musei vaticani, che hanno subito dato il via libera alla trasferta nonostante la fragilit delle loro due statue, e dai musei capitolini per la terza. A sottolineare come, osserva il responsabile delle mostre dell'istituzione vaticana Andrea Carignani, vi fosse "il desiderio di contribuire ad un progetto il cui valore era anche quello di avvicinare due popoli, cosa che accade proprio quando altrove arte e cultura vengono distrutte". (ANSA).

http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/arte/2015/09/28/penelope-torna-in-iran-diventa-signora-di-pace_f50ace08-6632-4c31-83e2-59e58ec762da.html


news

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

22-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news