LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Appello di Italia Nostra contro la Lucca-Modena

E' di ieri la notizia che il Consiglio di Amministrazione dell'ANAS ha approvato il progetto preliminare del nuovo sistema tangenziale lucchese, che in parte dovrebbe costituire il cosiddetto 'lotto zero' della Lucca-Modena.
Mentre aumenta il pericolo di deturpazione del magnifico paesaggio delle colline lucchesi, è stata aperta la sottoscrizione di un appello contro questo progetto da parte di esponenti della cultura locale e nazionale.
Allego il testo di tale appello con l'elenco dei primi sottoscrittori.
L'appello è aperto ad ulteriori adesioni da parte di esponenti della cultura ambientale, universitaria, artistica, urbanistica etc...
Le adesioni, con qualifica degli aderenti, possono essere inviate al nostro indirizzo e.mail con la specificazione:

"Aderisco all'appello contro il 'lotto zero' dell'autostrada Lucca-Modena
attraverso le colline lucchesi"

Ringrazio per l'attenzione.

Il Presidente
(arch. Roberto Mannocci)




APPELLO
CONTRO L’AUTOSTRADA LUCCA-MODENA ATTRAVERSO IL TERRITORIO LUCCHESE


Oltreserchio e Colline Lucchesi non sono soltanto una residenza anagrafica, ma anche una terra di memoria e di cultura. Un ambiente unico, che annovera tra i suoi tesori un patrimonio paesaggistico di rara bellezza, nonché la presenza di ville storiche, pievi romaniche e, addirittura, di una certosa: una delle ultime, in Italia e in Europa, ancora abitata dai monaci e che, a suo tempo, stette molto a cuore a Mario Tobino. Ci sembra, dunque, paradossale che in un territorio simile si voglia impiantare un asse viario come quello denominato “Lotto zero” della “Lucca-Modena”: una strada che deturperebbe e stravolgerebbe l’habitat in modo irreversibile e che, oltretutto, non servirebbe a nulla, in quanto Lucca dispone già degli strumenti urbanistici necessari a decongestionare il traffico intorno alla città, i quali attendono solo di essere realizzati. Non si capisce perché si voglia andare contro ogni norma di buon senso e di logica, danneggiando tra l’altro anche le risorse economiche di questo territorio, tanto splendido quanto fragile: il turismo, l’agriturismo, le produzioni artigianali, il vino e l’olio di qualità, il valore degli immobili.
A questa rovinosa prospettiva si oppongono con vigore non solo gli abitanti dell’Oltreserchio e Colline Lucchesi, ma ogni cittadino cui sta a cuore la difesa dell’ambiente, della sua storia, bellezza e cultura, patrimonio di tutti.

Simonetta Adorni Braccesi (storico), Maria Ines Aliverti (professore associato, Università di Pisa), Riccardo Ambrosini (professore emerito Università di Pisa, Presidente Accademia lucchese di scienze, lettere e arti), Danila Andreoni (direttore biblioteca statale di Lucca), Patrizia Adami (medico angiologo), Luigi Angeli (medico internista), Barbara Ballerini (medico), Vittorio Barbieri (medico), Alessandro Bedini (giornalista e storico), Franco Bellato (psichiatra e fotografo), Carla Benedetti (ordinario di letteratura italiana, Università di Pisa), Carlo Benvenuti (docente di pianoforte, Conservatorio di La Spezia), Maria Luisa Bonacchi (giornalista, mensile DOVE, Rcs), Giovanna Borgese (fotografa), Edda Bresciani (prof. Ordinario, Università di Pisa), Paolo Buchigani (storico), Francesca Caminoli (giornalista e scrittrice), Nicola Caracciolo (Presidente Consiglio Toscano Italia Nostra), Franco Cardini (ordinario di storia medievale, Università di Firenze), Massimo Cellai (docente di storia e filosofia, Liceo Scientifico Vallisneri di Lucca), Piero Ciardella (Direttore Istituto Superiore Scienze Religiose di Pisa), Giuseppe Ciri (preside Liceo scientifico Vallisneri di lucca), Lorenzo Citti (ricercatore del Cnr di Pisa), Sara Citti (architetto), Vincenzo Consolo (scrittore), Verano Del Greco (neuropsichiatra, già Direttore Ospedale Psichiatrico di Maggiano), Claudio Della Lena (docente di storia e filosofia, Liceo Scientifico Vallisneri di Lucca), Vezio De Lucia (urbanista, Consiglio Nazionale Italia Nostra), Sergio De Vio (presidente di “Engineering-Ingegneria Informatica”), Alessandra Di Ricco (docente di Letteratura Italiana, Università di Trento), Vittorio Emiliani (presidente Comitato per la Bellezza), Adriano Fabris (docente Università di Pisa), Dante Renzo Fantozzi (medico), Giorgio Fodor (docente di Economia, Università di Trento), Carlo Gabrielli Rosi (storico), Carlo Gherardi (medico cardiologo), Fabrizio Giovannelli (concertista e docente di pianoforte, Conservatorio di La Spezia), Gisella Gori (concertista, docente di pianoforte, Conservatorio di La Spezia), Nicola Lazzari (pittore), Luca Lenzini (Direttore Biblioteca della Facoltà di Lettere, Università di Siena), Margherita Loy (scrittrice), Romano Luperini (ordinario di letteratura italiana, Università di Siena), Rosa Rita Macrì (medico oculista), Roberto Mannocci (architetto, Presidente sezione lucchese di ‘Italia Nostra’), Francesco Manzitti (ricercatore di mercato, direttore area qualitativa Ales Research, Milano), Renzo Martinelli (storico, Università di Firenze), Roberta Martinelli (Assessore ai Beni Culturali, Provincia di Lucca), Francesca Marzotto Caotorta (paesaggista, giornalista), Rita Mazzei (Prof.Ass. di Storia Moderna, Università di Firenze), Umberto Menesini (medico), Luigi Micheli (medico internista), Marco Micheli (musicista, docente di Jazz presso il Conservatorio G.Verdi di Como), Paola Molone (psicoanalista), Vittoria Molone (traduttrice), Julio Monteiro Martins (scrittore e docente universitario), Fausto Morgantini (medico, dipartimento prevenzione Usl 2 Lucca), Piergianni Morgantini (neurologo, ospedale di Lucca), Giuseppe Nava (ordinario di letteratura italiana, Università di Siena), Alfredo Nieri (medico ospedaliero), Fratel Arturo Paoli (Piccolo Fratello del Vangelo), Desideria Pasolini Dall’Onda (Presidente Italia Nostra), Vincenzo Pardini (scrittore), Giuseppe Pera (già Ordinario di Diritto del Lavoro all’Università di Pisa), Giuliana Petrucci (docente di letteratura italiana, Università di Pisa), Oliviero Ponte di Pino (dirigente editoriale), Giannozzo Pucci (editore), Mariano Puxeddu (Presidente Circolo Legambiente Lucca e Piana), Pia Pera (scrittrice), Laura Pietracaprina (medico oculista), Walter Rinaldi (Preside delle Scuole Medie C.Del Prete-G.Custer De Nobili, Mutigliano, Lucca), Guido Roggi (pneumologo, Direttore Centro oncologico CORD, Lucca), Umberto Rossi di Montelera (imprenditore agricolo a Lucca), Gian Luigi Ruggio (Conservatore di Casa Pascoli), Renzo Sabbatini (docente di storia moderna, Università di Siena), Elena Salibra (docente di letteratura italiana, Università di Pisa), Umberto Sereni (ordinario di storia contemporanea, Università di Udine), Corrado Staiano (giornalista), Luigi Talarico (internista cardiologo, dirigente medico), Marco Tarchi (professore ordinario di Scienza Politica, Università di Firenze), Giorgio Tori (Direttore Archivio di Stato di Lucca), Giorgio Van Straten (scrittore, sovrintendente Teatro Comunale di Firenze), Alberto Vedrani (avvocato), Maria Rosa Vittadini (Università di Venezia, ex presidente Commissione Nazionale Impatto Ambientale), Aldo Zanchetta (ingegnere).


Giugno 2005



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news