LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Appello sulle annunciate modifiche al Codice dei Beni Culturali in materia di esportazione

Riceviamo e pubblichiamo:

Il 13 giugno stato pubblicato sul Sole 24 Ore un articolo che annuncia imminenti modifiche al Codice dei Beni Culturali (Arte, entro luglio il decreto Cultura eliminer i lacci alla libera circolazione, a firma Ma. Pi.), che si configura come l'ennesimo colpo inflitto al sistema italiano della tutela .
Le modifiche, nei termini in cui sono descritte, possono essere riassunte cos:
solo i beni aventi oltre cento anni di et (e non cinquanta come nella normativa attuale) andranno sottoposti alla richiesta di attestato di libera circolazione
estensione di tale soglia cronologica anche per il procedimento di dichiarazione di interesse (meglio noto come notifica)
introduzione di soglie di valore per le diverse classi di oggetti, al di sotto delle quali non sar possibile negare l'attestato di libera circolazione.

Tali modifiche, nei termini in cui sono enunciate nellarticolo, destano allarme .
Linnalzamento del limite di et a cento anni comporterebbe di fatto lautomatica possibilit di uscita dal territorio nazionale di opere rappresentative della storia dellarte italiana di quasi tutto il Novecento.
Inoltre uno sbarramento quantificato sulla soglia di valore commerciale introduce un criterio di difficilissima valutazione oggettiva, arbitrario, legato alle oscillazioni del mercato e non all'effettivo peso culturale e storico, che l'elemento cruciale per la tutela.

In tal modo si abdica a qualsiasi possibilit di vaglio su opere del passato recente, anche se ormai storicizzato e, insieme, si consente lindiscriminata uscita di oggetti magari non eccezionali in termini di valore commerciale ma insostituibili dal punto di vista storico .

Insomma, una duplice sconfitta e nessun vantaggio per la collettivit , giustificate dalla necessit di allentare i lacci degli uffici esportazione. Lacci che per ,tradotti in numeri , si concretizzano, per guardare al 2014 su scala nazionale , in una percentuale di dinieghi che pari allo 0,6% del totale degli oggetti presentati.

Piuttosto, sarebbe necessario lavorare di concerto per snellire e velocizzare davvero le procedure, per rendere pi omogenee le decisioni dei diversi Uffici Esportazione ed attuare parallelamente una efficace politica di sgravi fiscali e di sostegno al collezionismo.

Si chiede perci al Consiglio dei Ministri e al Capo del Governo di aprire una discussione che coinvolga pariteticamente tutti i portatori di interesse, e di avere il coraggio di un progetto culturale di ampio respiro senza accelerare inconsultamente su decisioni che possono in un futuro anche molto prossimo risultare rovinose.

Emanuela Daffra
Matteo Ceriana
Cristina Quattrini
Tomaso Montanari
Angelo Tartuferi
Cecilia Frosinini
Maria Vittoria Marini Clarelli
Angela Acordon
Francesco Caglioti
Antonio Natali
Daniele Benati
Francesca De Luca
Roberta Battaglia
Alessandra Guerrini

possibile firmare al seguente link:

https://www.change.org/p/consiglio-dei-ministri-e-capo-del-governo-appello-contro-le-annunciate-modifiche-al-codice-dei-beni-culturali-in-materia-di-esportazione


news

23-07-2017
La Rassegna Stampa aggiornata al giorno 23 luglio 2017

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

05-07-2017
Appello al Presidente Enrico Rossi per la nomina del Presidente Parco regionale delle Alpi Apuane

04-07-2017
A proposito della differenza fra povert e scelta. Intervento di Pier Giovanni Guzzo

03-07-2017
Libert di panorama anche in Italia: un ordine del giorno della Camera dei deputati

01-07-2017
SALVIAMO IL MUSEO NAZIONALE DARTE ORIENTALE DI PALAZZO BRANCACCIO DALLA CHIUSURA!

26-06-2017
Ricordo di Philip Gossett, di Vittorio Emiliani

21-06-2017
Lettera aperta a Franceschini sulle demolizioni nel centro storico di Cosenza

17-06-2017
Presa di posizione dei Comitati tecnico-scientifici Mibact su stadio Roma e abrogazione vincolo

14-06-2017
Emiliani ricorda Olivetti

07-06-2017
Avviso per la selezione di un'associazione di volontariato

31-05-2017
Musei negati ai pensionati poveri, perch?

30-05-2017
Ne lavoce online si parla di musei

27-05-2017
A Giuliano Volpe il Premio Troccoli Magna Grecia

22-05-2017
ARCHITETTURA E DEMOCRAZIA - Incontro con Settis al Salone del Libro

15-05-2017
Al voto la nuova legge sulle demolizioni. E scatta l'allarme: "Si rischia l'abusivismo legalizzato"

11-05-2017
Appello urgente: Stanno demolendo la via Alessandrina

05-05-2017
RADIO 24 su economia dei musei

27-04-2017
Question Time di Franceschini

26-04-2017
Circolare n.15/2017 SG: Decreto del Presidente della Repubblica 13 febbraio 2017, n. 31, recante: Individuazione degli interventi esclusi dall'autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura semplificata.

26-04-2017
L'esportazione del patrimonio artistico della nazione e le post verit del ministro Franceschini, di Tomaso Montanari

24-04-2017
ELENCO DEI TECNICI DEL RESTAURO

21-04-2017
Un musical non valorizza il patrimonio

18-04-2017
CUNSTA - Patrimonio e calamit: la parte degli storici dellarte

Archivio news