LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il piccone sull'ambiente
I barbari in casa (della libert)

Sauro Turroni
Il manifesto 05/06/2002

L'attenzione di chi ha deciso di contrastare il governo e la deriva che
ha assunto principalmente rivolte al conflitto di interessi, alle
aggressioni nei confronti della magistratura e dei diritti dei
lavoratori, alla occupazione dello stato e delle aziende pubbliche a
cominciare dalla Rai, all'attacco e alla dequalificazione della scuola
pubblica ecc. Ma contemporaneamente c' un attacco senza uguali
all'ambiente, alla natura, al paesaggio e ai beni culturali del nostro
paese, attraverso la cancellazione di tutta la normativa di tutela,
l'azzeramento della calutazione d'impatto ambientale, la sospensione
delle leggi ambientali, i commissariamenti dei parchi, la volont di
reintrodurre il nucleare, il rilancio di una devastante politica
autostradale, la previsione di una nuova coltre di cemento e asfalto con
cui ricoprire l'Italia, la cancellazione dei reati ambientali. E' una
aggressione controriformatrice che coinvolge materie assai delicate, gi
oggetto di riordino in periodi assai recenti, come la legge sugli
appalti dei lavori pubblici (nota come legge Merloni fatta nel tentativo
di contrastare tangentopoli), quella sui rifiuti (note le attivit
malavitose nel settore) e sulle bonifiche dei siti inquinati (uno per
tutti: Porto Marghera), le leggi quadro sulle aree protette e sulla
caccia, i decreti legislativi per la tutela delle acque. Molte delle
nuove norme sono incostituzionali o in palese contrasto con le normativa
comunitaria, in altri casi il governo propone e la maggioranza approva
leggi delega che sospendono la normativa vigente e esautorano il
parlamento impedendogli di entrare nel merito dei nuovi provvedimenti.
Le deleghe pi gravi riguardano tutta la legislazione ambientale che si
aggiunge a quella riguardante i beni culturali per i quali era appena
stato redatto il testo unico. Tornano in vendita i beni demaniali, le
spiagge e i fiumi con il relativo condono edilizio per gli edifici su di
essi costruiti, tornano le varianti e gli appalti facili, i subappalti e
il sistema delle concessioni con modalit tali che il procuratore
antimafia Vigna ha espresso una gravissima preoccupazione e allarme per
i possibili vantaggi a Cosa Nostra; nella legge Tremonti si fatta la
sanatoria per le violazioni amministrative e penali in materia
ambientale, concedendo inoltre una delega al governo per una nuova
normativa avente lo scopo di introdurre una causa estintiva speciale
nei reati ambientali, anche per quelli futuri.
La ratifica di Kyoto l'occasione per riparlare di nucleare mentre le
risorse destinate alla attuazione del protocollo sono ridotte
drasticamente, rivivono i contratti con i General Contractor della Alta
Velocit annullati dal centrosinistra a causa dei contratti capestro che
alzavano il costo delle opere di tre volte il loro valore effettivo e
contemporaneamente vengono emanate norme che cancellano i reati
riguardanti la contaminazione delle terre da scavo nelle gallerie della
tratta Bologna-Firenze per bloccare le indagini in corso. C' il blocco
totale alla legge sull'elettrosmog mentre stanno per essere emanati
decreti con limiti inefficaci per vanificare quel po' che era stato
fatto in questo campo; contemporaneamente il governo ha emanato uno
scandaloso decreto sblocca centrali per autorizzare in un quadro
generale di deregulation selvaggia impianti a combustione ovunque nel
paese, compreso quelli per bruciare rifiuti, a cui va aggiunto il
decreto per il petrolchimico di Gela che viene autorizzato a bruciare il
pet-coke come combustibile trasformando in lecita una attivit contro
legge e salute su cui erano in atto indagini e provvedimenti della
magistratura.
Il commissariamento dell'Anpa e il suo blocco totale, il tentativo di
cancellare l'Icram e la ricerca sul mare, la paralisi del ministero
dell'ambiente - all'interno del quale stata creata una struttura
parallela che esautora la struttura tanto che gi due dei direttori
generali hanno rassegnato le dimissioni - completano un quadro che
definire fosco probabilmente limitativo.
Tutto ci fa parte di un unico disegno, identico nella sua struttura
devastante a quelli che colpiscono altri settori del nostro paese, con
l'aggravante che le forze in campo per contrastarlo sono deboli e
limitate, mentre in taluni settori della opposizione vi una celata
condivisione che impedisce il manifestarsi di un esteso dissenso. E' un
motivo in pi per estendere alla aggressione all'ambiente l'attenzione
dei movimenti e di tutti coloro che intendono fare una opposizione ferma
e netta promuovendo, a cominciare da oggi nel giorno dell'anniversario
della vittoria del centrodestra una simbolica manifestazione contro i
responsabili del nuovo sacco del nostro paese. Berlusconi ha proposto
agli italiani un piano di grandi opere a cominciare dal ponte sullo
stretto, per fare le quali le ragioni di fare gli interventi devono
essere anteposte a qualsiasi altro interesse, anche costituzionalmente
tutelato: la tutela della salute, del paesaggio, dei beni culturali.
Insoddisfatto di tanto disastro il governo ha emanato un decreto per la
istituzione della Patrimonio Spa per vendere i beni culturali e il
patrimonio storico artistico della nazione: riecco i barbari in casa di
cui ci parlava Antonio Cederna, e purtroppo si sta avverando la sua pi
pessimistica profezia: l'Italia intera ricoperta da una repellente
crosta di cemento e asfalto, nera come i sentimenti che emergono spesso
in una parte consistente della maggioranza.

www.ilmanifesto.it/oggi/art41.html


news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news