LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lettera aperta al Ministro Madia. Dubbi, pericoli e contraddizioni di una discussa riforma
Andrea Carandini

Dal Presidente Il FAI, con la lettera del Presidente Andrea Carandini al Ministro Marianna Madia, pubblicata sul Corriere della Sera il 4 agosto 2015, sottolinea i punti critici e i dubbi tecnici suscitati dal dibattito sul Disegno di Legge per la riforma della Pubblica Amministrazione, per quanto riguarda la protezione e la conservazione del patrimonio culturale, storico e ambientale del nostro Paese.


Gentile Ministro Madia,

Lo scorso 14 luglio ho indirizzato una lettera al presidente Matteo Renzi nella quale esprimevo la viva preoccupazione del FAI riguardo ai pericoli per la tutela del patrimonio culturale e paesaggistico italiano insiti negli articoli 3 e 5 della riforma della Pubblica Amministrazione che porta il suo nome. Alla mia lettera, ma limitatamente all`articolo 3 sul silenzio-assenso, lei ha prontamente risposto, offrendo una lettura condivisibile delle ragioni del provvedimento e un`interpretazione del tutto positiva degli effetti che produrrebbe. La sua ottimistica lettura, per, ci sembra scontrarsi fragorosamente con la difficile realt degli uffici periferici del MiBACT, oggi - come tutti ben sanno! - impossibilitati a far fronte ai loro doveri per scarsezza di risorse economiche, umane e professionali. L`estensione dei termini a novanta giorni un palliativo, ma non una soluzione, e temiamo che i suoi propositi, indubbiamente buoni, rimarranno sogni senza il potenziamento delle strutture, l`aggiornamento delle competenze e degli strumenti a disposizione del Ministero. I sogni, piuttosto, potrebbero trasformarsi in incubi, se il silenzio-assenso - un meccanismo automatico, che non pu applicarsi a materie sensibili come il patrimonio - diventasse l`unica drastica soluzione all`attuale obiettiva difficolt delle Soprintendenze. Ci chiediamo se sia proprio questa la semplificazione cui dobbiamo aspirare! Non sarebbe forse, piuttosto, la pianificazione - e nello specifico i piani paesaggistici - lo strumento per semplificare e sveltire il lavoro delle Soprintendenze e degli altri enti pubblici territoriali e assicurare cos risposte certe, ragionate e veloci al cittadino? Peccato che solo Toscana e Puglia si siano dotate ad oggi dei piani paesaggistici; e ancora pi, peccato che questo Governo (come i precedenti) non operi con forza e decisione imponendo alle restanti Regioni - anche tramite premi e sanzioni - di dotarsene in tempi stabiliti. Ma la speranza l`ultima a morire! Quanto alla vergogna dell`articolo 5 - se avvii una costruzione in maniera irregolare non ti sanziono ovvero se commetti un reato non ti punisco - non abbiamo ricevuto alcuna risposta. Davvero inquietante. Ma anche qui speriamo...

Infine l`articolo 7. Molte e autorevoli sono le voci che in questi giorni si levano per sottolinearne i pericoli. La nostra, per il momento, non tra queste, in quanto ci sentiamo rassicurati dall`ordine del giorno dell`onorevole Ghizzoni, da lei pubblicamente accettato, che impegna il Governo, nella redazione dei decreti attuativi, a prevedere che le funzioni dirette di tutela dei beni culturali previste dal Codice rimangano di competenza esclusiva ed autonoma dell`amministrazione preposta alla tutela dei beni culturali: cio le Soprintendenze.

Un atteggiamento diverso da parte del Governo, del resto, ci sembrerebbe non solo irresponsabile ma addirittura schizofrenico e tutt`altro che semplificatorio: stata infatti appena varata la riforma Franceschini, che ridisegna la struttura del Ministero su base regionale e, prima ancora che se ne veda l`attuazione, si cambierebbe di nuovo tutto e si imporrebbero nuovi centri di coordinamento su base provinciale - le ex prefetture - sovraordinati gerarchicamente alle Soprintendenze pur senza avere le adeguate competenze. Di nuovo: questa la semplificazione cui aspira il Governo? Se cos non fosse, Le chiediamo, gentile Ministro, di dare a noi e a tutti gli italiani una pubblica e netta risposta sull`articolo 5 e la garanzia esplicita dell`esclusione delle Soprintendenze dalle disposizioni dell`articolo 7. Sarebbe il miglior modo per consentirci di partire sereni per le meritate vacanze, che anche a lei auguro serene. Restando in fiduciosa attesa le porgo i pi cordiali saluti.

Presidente del FAI - Andrea Carandini

marted 4 agosto 2015
- See more at: http://www.fondoambiente.it/Dal-Presidente/Index.aspx?q=lettera-aperta-al-ministro-madia#sthash.SUjvFYFi.dpuf

http://www.fondoambiente.it/Dal-Presidente/Index.aspx?q=lettera-aperta-al-ministro-madia


news

31-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 31 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news