LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Un settore all'ultima spiaggia. Lettera al Ministro
Paolo Conti
CORRIERE DELLA SERA cronaca Roma, 8 giugno 2005

Lettera aperta al nuovo ministro per i Beni e le attività culturali Rocco Buttiglione: per cortesia, signor ministro, scorra la lista dei tesori chiusi, stilata dal nostro Paolo Brogi.

Non si tratta di qualunquismo ma di dati precisi.

Il nostro patrimonio culturale continua a sfornare un invidiabile contributo al nostro bilancio statale: in otto anni siamo arrivati a 100 milioni di euro, un vero e proprio raddoppio degli incassi. Eppure qualcosa non funziona.

Molti simboli di Roma sono invisibili. La Piramide Cestia sbarrata al pubblico (quando viene aperta in occasioni rare attira migliaia di visitatori, nel 1999 le prenotazioni furono cinquemila durante un fine settimana e fu obbligatorio il ricorso a un bis) è il sintomo di un sistema inceppato: si tratta di uno dei simboli di Roma, anche se oggettivamente tra i meno preziosi. Così come lo è il tempio di Vesta, collocato ai piedi del Campidoglio (citatissimo in qualsiasi guida) ma non visitabile dai turisti.

Da anni gli economisti della cultura analizzano il fenomeno della crescita degli ingressi e tentano di risolvere una difficile equazione: si può pensare che i beni culturali diventino imprenditorialmente autosufficienti?

La risposta è ovviamente no: non si arriverà mai a un pareggio del bilancio, l'impresa è impossibile persino nei templi mondiali della cultura, pensare a un museo come a una fabbrica di denaro è un non senso.
Ma una cosa è certa: se gli incassi aumentano non ci si può arrendere alla prospettiva di veder calare le risorse a disposizione del settore museale e al taglio del personale.

La cultura non è un ramo secco ma forse la nostra ultima spiaggia.

Ministro, come lei sa, Roma è una Capitale che da anni sollecita al governo nazionale (con alterni esiti) una maggiore attenzione alla lista dei propri problemi.
All'inizio di quell'elenco, accanto al nodo dei trasporti pubblici, c'è sicuramente il capitolo dei musei.
Roma è oggettivamente irriconoscibile rispetto ad appena dieci anni fa: basterebbe pensare solo alla Galleria Borghese finalmente riaperta per capire quanto l'aria sia cambiata. Ma non basta.
Perché ogni stop corrisponde di fatto a un arretramento. Perché non possiamo permetterci passi falsi.

Dal 1980 al 2002 l'Italia è il Paese che ha registrato un ritmo di crescita medio annuo degli arrivi stranieri nettamente inferiore a quello mondiale: 2,7% contro 4,1%.
E ben al di sotto anche a quello dei concorrenti diretti come Francia e Spagna, rispettivamente pari al 4,4% e al 3,9%.
Nel 2003, secondo l'Istat, gli arrivi di turisti stranieri in Italia sono calati del 4,6%.
Per l'Eurispes l'Italia avrebbe perso nel solo 2004 ben quattro milioni di turisti stranieri, numero che indicherebbe un calo del 10%.
Questo nostro Paese vende soprattutto cultura. Roma ne è la Capitale. Ogni cancello chiuso è una sconfitta. Ogni lucchetto è la profezia di una imminente, definitiva resa.



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news