LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Piano del governo- Strade, le concessioni ai privati
di ROBERTO PETRINI
la Repubblica, on line 09/06/2005

Duello sulla copertura del taglio Irap. Il pedaggio non peser
sui cittadini. Follini: "Non minimizzare il verdetto Ue sul deficit"


ROMA - Il "cartellino giallo" mostrato da Bruxelles all'Italia si abbatte sull'agenda economica del governo e divide la maggioranza, mentre il Tesoro accarezza l'ipotesi di cedere in concessione le strade ai privati: "La vendita di 1.500 chilometri di strade statali, dal G. R. A. di Roma alla Salerno-Reggio Calabria, a Infrastrutture spa non funziona", ha detto ieri in Parlamento il ministro dell'Economia, Domenico Siniscalco. "Il sistema - ha aggiunto - va ripensato e potremmo venderle ai privati in cambio di un pedaggio ombra, che per sar a carico dello Stato e non peser sui cittadini. Comunque, pur non volendo fare il leghista, non capisco perch a Milano si possa pagare e a Roma no". Un'uscita che ha gi provocato forti polemiche con i Verdi.

Il dibattito politico per rimasto concentrato sul "processo" dell'Ue all'Italia per lo sforamento del deficit. Getta acqua sul fuoco il vicepremier, Gianfranco Fini: "Non c' nulla di cui essere preoccupati", ha detto ieri. "Non drammatizzare ma nemmeno minimizzare" ha invece dichiarato il leader dell'Udc Follini, secondo il quale non bisogna interpretare il richiamo della Ue come una "interferenza politica". Una opinione diametralmente opposta a quella dell'azzurro Cicchitto, che bolla la mossa del commissario europeo Almunia come "una sponda a Prodi".

Chiamato in causa il leader del centrosinistra ha seccamente replicato: "Guardate - ha detto - adesso il presidente della Commissione Jos Barroso, che Berlusconi si vanta di aver fatto nominare. Quindi per favore non diciamo sciocchezze". Prodi invece preoccupato per l'evoluzione dei conti pubblici: "Le societ internazionali di rating deprezzano un paese quando un governo non decide. Se non ci saranno misure adeguate il rischio dunque concreto".

Il giudizio diverso sul "processo di Bruxelles" si riflette anche nell'agenda di governo e sull'atteso intervento sull'Irap. A circa tre mesi dall'annuncio di una sentenza negativa da parte della Corte di giustizia europea sull'imposta regionale sulle imprese e a dieci giorni dal versamento, la maggioranza e il governo restano divise. Soprattutto sul reperimento delle risorse: Berlusconi ha detto un nuovo "no" alla revisione della tassazione sulle rendite finanziarie, ieri lo ha seguito Gasparri di An ma sulle rendite insistono Alemanno (An) e il sottosegretario all'Economia Vietti (Udc).

Scomparso l'aumento dell'Iva, sembra sfumare anche l'aumento delle accise sulla benzina (ieri lo ha bocciato anche l'Unione petrolifera). Resta in campo l'opinione del Tesoro: Siniscalco sembra determinato ad agire su evasione e nuovi tagli. Al consiglio dei ministri di domani si accenner solo all'Irap che, nella migliore delle ipotesi, slitter a mercoled 15. Fa sentire la propria voce anche la Cgil con Beniamino Lapadula secondo il quale "toccare l'Irap prima di un serio piano di rientro dei conti pubblici e prima del Dpef sarebbe criminale".

Anche nel merito del provvedimento non c' accordo. La Confindustria vorrebbe tagli solo al costo del lavoro, la Confcommercio teme che se ne avvantaggino solo le grandi imprese e che le aziende familiari, spesso con un solo dipendente, restino a bocca asciutta ("Niente trucchi", ha detto ieri il leader Bill, "la riduzione dovr riguardare tutte le imprese"). In campo anche le banche: "Uno sconto ridotto per banche e assicurazioni sarebbe inaccettabile", ha detto il presidente dell'Abi Maurizio Sella. Intanto le associazioni dei contribuenti continuano a mandare segnali di un possibile "astensionismo" fiscale: dai Contribuenti. it a tutto il mondo dei fiscalisti.

(9 giugno 2005)



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news