LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Piano del governo- Strade, le concessioni ai privati
di ROBERTO PETRINI
la Repubblica, on line 09/06/2005

Duello sulla copertura del taglio Irap. Il pedaggio non peser
sui cittadini. Follini: "Non minimizzare il verdetto Ue sul deficit"


ROMA - Il "cartellino giallo" mostrato da Bruxelles all'Italia si abbatte sull'agenda economica del governo e divide la maggioranza, mentre il Tesoro accarezza l'ipotesi di cedere in concessione le strade ai privati: "La vendita di 1.500 chilometri di strade statali, dal G. R. A. di Roma alla Salerno-Reggio Calabria, a Infrastrutture spa non funziona", ha detto ieri in Parlamento il ministro dell'Economia, Domenico Siniscalco. "Il sistema - ha aggiunto - va ripensato e potremmo venderle ai privati in cambio di un pedaggio ombra, che per sar a carico dello Stato e non peser sui cittadini. Comunque, pur non volendo fare il leghista, non capisco perch a Milano si possa pagare e a Roma no". Un'uscita che ha gi provocato forti polemiche con i Verdi.

Il dibattito politico per rimasto concentrato sul "processo" dell'Ue all'Italia per lo sforamento del deficit. Getta acqua sul fuoco il vicepremier, Gianfranco Fini: "Non c' nulla di cui essere preoccupati", ha detto ieri. "Non drammatizzare ma nemmeno minimizzare" ha invece dichiarato il leader dell'Udc Follini, secondo il quale non bisogna interpretare il richiamo della Ue come una "interferenza politica". Una opinione diametralmente opposta a quella dell'azzurro Cicchitto, che bolla la mossa del commissario europeo Almunia come "una sponda a Prodi".

Chiamato in causa il leader del centrosinistra ha seccamente replicato: "Guardate - ha detto - adesso il presidente della Commissione Jos Barroso, che Berlusconi si vanta di aver fatto nominare. Quindi per favore non diciamo sciocchezze". Prodi invece preoccupato per l'evoluzione dei conti pubblici: "Le societ internazionali di rating deprezzano un paese quando un governo non decide. Se non ci saranno misure adeguate il rischio dunque concreto".

Il giudizio diverso sul "processo di Bruxelles" si riflette anche nell'agenda di governo e sull'atteso intervento sull'Irap. A circa tre mesi dall'annuncio di una sentenza negativa da parte della Corte di giustizia europea sull'imposta regionale sulle imprese e a dieci giorni dal versamento, la maggioranza e il governo restano divise. Soprattutto sul reperimento delle risorse: Berlusconi ha detto un nuovo "no" alla revisione della tassazione sulle rendite finanziarie, ieri lo ha seguito Gasparri di An ma sulle rendite insistono Alemanno (An) e il sottosegretario all'Economia Vietti (Udc).

Scomparso l'aumento dell'Iva, sembra sfumare anche l'aumento delle accise sulla benzina (ieri lo ha bocciato anche l'Unione petrolifera). Resta in campo l'opinione del Tesoro: Siniscalco sembra determinato ad agire su evasione e nuovi tagli. Al consiglio dei ministri di domani si accenner solo all'Irap che, nella migliore delle ipotesi, slitter a mercoled 15. Fa sentire la propria voce anche la Cgil con Beniamino Lapadula secondo il quale "toccare l'Irap prima di un serio piano di rientro dei conti pubblici e prima del Dpef sarebbe criminale".

Anche nel merito del provvedimento non c' accordo. La Confindustria vorrebbe tagli solo al costo del lavoro, la Confcommercio teme che se ne avvantaggino solo le grandi imprese e che le aziende familiari, spesso con un solo dipendente, restino a bocca asciutta ("Niente trucchi", ha detto ieri il leader Bill, "la riduzione dovr riguardare tutte le imprese"). In campo anche le banche: "Uno sconto ridotto per banche e assicurazioni sarebbe inaccettabile", ha detto il presidente dell'Abi Maurizio Sella. Intanto le associazioni dei contribuenti continuano a mandare segnali di un possibile "astensionismo" fiscale: dai Contribuenti. it a tutto il mondo dei fiscalisti.

(9 giugno 2005)



news

11-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news