LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Matthiae: "L'Occidente non tutela n le vite umane n il patrimonio di Palmira"
Quotidiano Arte.it, 25-5-2015

"Trovo assurdo discutere sull'importanza delle vite umane a discapito del patrimonio culturale e viceversa, indubbiamente primario il supporto alle vittime umane ma non per questo bisogna tralasciare il patrimonio artistico e culturale. Nella catena umanit-cultura-natura, non ci si pu fermare all'umanit e ignorare gli altri due anelli". Lo afferma Paolo Matthiae, archeologo, scrittore e orientalista italiano, commentando all'Adnkronos l'occupazione dell'Is di Palmira e gli orrori perpetrati dalle forze jihadiste dello Stato Islamico nei confronti di civili e militari. Dell'Occidente che si preoccuperebbe molto del sito di Palmira ma non delle centinaia di vite che vengono spezzate ogni giorno dalle milizie dello Stato Islamico, Matthiae si dice "meravigliato, perch se si deve dire la pura verit, l'Occidente bloccato su tutti e due i fronti, non si muove per nulla, n per tutelare le vite umane n tantomeno per salvaguardare il patrimonio culturale. Se l'Is armato e forte per le armi che l'Occidente ha dato alla Siria e adesso ce le ritroviamo puntate contro". "Tutto nelle mani di movimenti molto ambiziosi come l'Is, Al Qaeda, che non pensano ai diritti civili come li conosciamo noi, n ai concetti di libert e di rispetto delle donne - afferma l'archeologo - Non va fatta attenzione solo a Palmira, ma piuttosto alla situazione internazionale: tutti i grandi della Terra devono recuperare i propri errori anche se difficile ammettere di averne commessi; si tratta di errori strategici, come l'interpretazione errata delle primavere arabe che ora sono finite in inverni"."C' allarme per il patrimonio archeologico e culturale ma lo stesso che c' stato per il massacro dei cristiani e degli sciiti, musulmani che non corrispondono alla fede sunnita estremista di questi fondamentalisti protagonisti dell'Is - continua Matthiae - L'Occidente ha commesso una sequela impressionante di errori diplomatici e strategici, a partire dagli Stati Uniti e dall'Europa. E' anche vero che gli atteggiamenti equivoci dell'Arabia Saudita paralizzano possibili interventi seri dei paesi coalizzati contro l'Is, ma l'Occidente non vuole fare niente e preferisce la destabilizzazione dei propri paesi rispetto all'abbattimento dell'Is". Se la distruzione di Palmira dovesse essere portata a termine, significherebbe annientare un sito archeologico non solo patrimonio dell'umanit, ma anche testimonianza storica della regina Zenobia, che la govern nel III secolo d.C. Prima e unica sovrana della citt, le sue gesta hanno influenzato la letteratura, da scrittori a poeti. Perfino Francesco Petrarca la ritrasse donna di sacrifici e libert nei 'Trionfi' del 1352, Boccaccio, nel 'De claris mulieribus' (1356-1364) e infine Chaucer nei suoi 'Racconti di Canterbury', (1386-1400). Tracce del suo mito figurano anche in opere di pittori, da Tiepolo ai preraffaelliti, e compositori. Nel repertorio della musica occidentale, Zenobia comprare in diversi testi tra il 1700 e il 1800, e fu celebrata da Gioacchino Rossini nel 1813 nell'opera 'Aureliano in Palmira'. "Naturalmente un mito letterario cos importante come quello della regina Zenobia rester intatto - afferma Matthiae - ma la perdita delle testimonianze archeologiche qualcosa di materiale il cui rischio che scompaia per sempre gravissimo".
"Il mito di Zenobia e l'influenza che ha avuto tra il '600 e il '700 in Europa rester intatto, la sua leggenda non pu vacillare perch al momento si tratta di distruzioni del patrimonio culturale materiale - continua l'archeologo - Mentre le opere di musica e letteratura incentrate su Zenobia restano, le testimonianze materiali del suo Regno e di Palmira, quando sono perdue, sono perdute per sempre". Oltre a Palmira, caduta nelle mani degli jihadisti dell'Is, anche altri siti archeologici e citt storiche della Siria sono minacciate dall'orrore: "Ebla gi sotto il controllo di Al Qaeda e adesso anche altri siti sono collegati all'Is completamente - spiega Matthiae - La situazione dell'intera regione estremamente precaria, molti siti importanti di archeologia subito a sud di Aleppo, come Ebla, che del III-II Millennio a.C., sono connessi all'Is". "Anche Mari, lo scavo pi antico della regione, che si trova vicino al confine tra Siria e Iraq, a sud dell'Eufrate, controllato dall'Is - spiega l'archeologo - Mari gi stata saccheggiata in maniera grave, e sono stati autorizzati scavi per procedere al commercio illecito. Centinaia di centri della regione sono abbandonati al controllo delle forze dell'ordine"."L'unica speranza per questi siti che le popolazioni locali li difendano perch si stanno rendendo conto che sono un patrimonio culturale importantissimo per l'umanit, per l'economia e per l'identit del loro Paese. La stessa Palmira era uno dei luoghi immancabili per chi si recava in Siria, un'attrazione straordinaria per il turismo. In questo momento, tutti i siti archeologici sono gravemente minacciati e gi in parte seriamente danneggiati" conclude Matthiae.



news

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

20-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

Archivio news