LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Alla Loggia ferita non servono sbarre
Sergio Risaliti
Corriere Fiorentino 6/6/2015

Ha ragione Antonio Paolucci a invocare con sano pragmatismo maggiore sorveglianza nei luoghi dellarte come si fa in un aeroporto.

Piazza Signoria transitata da milioni di persone. Nel mezzo di questa folla ci sar sempre la scheggia impazzita, che sbatte contro la bellezza dei capolavori. Il restauro provvede. Ma il colpo mortale sempre in agguato. La democrazia culturale un traguardo e un lusso di cui tutti godiamo e approfittiamo al pari della libert di movimento e di parola. Nelle attuali democrazie il potere ha modo di gestire i rischi e i pericoli senza ricorrere a prove di forza o riducendo i margini di libert (intollerabili in unepoca di deregulation, di comunicazioni veloci, di mercati e consumi globali). Infatti, per difendere persone e cose si utilizzano sistemi di controllo e prevenzione pervasivi e ormai invisibili. Controllare e punire permesso, anzi richiesto dalla collettivit, che da tempo affida la sicurezza al potere demotecnocratico. Si pu fare anche con le opere darte. Antonio Natali chiede catene, gabbie. Sono sistemi e logiche punitive medievali, come direbbe Michel Foucault. Riuscirebbero solo a ridurre a esperienza bidimensionale lapprezzamento della scultura. Vietato entrare. Ci si accontenti di guardare a distanza la grande bellezza. La Loggia dei Lanzi ingabbiata costringerebbe i visitatori ad una visione frontale, da vetrina, anzi da acquario, negando lesperienza totale degli oggetti. Il dialogo con lopera si consumerebbe senza prossimit percettiva, negando il contatto erotico tra spettatore e manufatto. Come tra parenti e carcerati, come in un peep show. Del Perseo si coglierebbe solo una parte, con una riduzione di comprensione dei significati riposti. Con questi sistemi e tenendo a distanza la persona, il tanto deprecato mondo virtuale, quello degli schermi multimediali, si riprodurrebbe a dismisura. Dunque, di quale educazione parliamo quando invochiamo le catene? A quale sacralit si fa appello? Quella di unarte ibernata. Il museo non un recinto sacro. Perfino al Santo Sepolcro consentito laccesso. Viene da chiedersi come si potranno evitare profanatori agli Uffizi, al Bargello, allAccademia, nelle tante chiese e basiliche. Invetrinando ogni dipinto? Inscatolando ogni sacro manufatto? Tanto vale creare una citt museo per pochi iniziati, gruppi selezionati per censo o provenienza, e un doppio museo virtuale per le masse. Oppure trasferire decine di capolavori nelle periferie assieme ai flussi turistici, come suggerito ieri anche dal sottosegretario Ilaria Borletti Buitoni su questo giornale. Per sicurezza e con intenti didattici, o per raddoppiare, triplicare gli incassi? Mentre il Presidente della Repubblica apre il Quirinale, noi invochiamo uno zoo a pochi metri da Palazzo Vecchio. Catene oggi e raggi laser domani. Fa bene il sindaco Dario Nardella a chiedere risorse per incrementare la sorveglianza, assieme allinasprimento delle pene, allaumento delle ammende (da utilizzar magari per eventuali restauri). Maggiori sforzi per proteggere il nostro prezioso patrimonio, limmensa meraviglia, qualcosa che vale pi dei confini geografici, larte che struttura compiutamente la nostra identit. Ricordiamoci, nel mentre, che il nostro Rinascimento nacque anche dalla passione per i frammenti e le rovine, e che le dita e perfino gli arti furono rovinati in altri tempi, come accadde al David appena trasferito in piazza. Dimmortale nelluniverso non c nulla, salvo lanima. Noi stessi, fisicamente parlando, come le civilt siamo mortali, dobbiamo farcene una ragione e confidare nel calcolo delle probabilit e nella prevenzione.



news

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

20-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

Archivio news