LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Bonamorone. Solo vincoli archeologici, ma di fatto sulle tombe si può lavorare
Gioacchino Schicchi
LA SICILIA Martedì 19 Maggio 2015 Agrigento



Ha i monumenti, ma non è monumentale. L'antico cimitero di Bonamorone, ad Agrigento, è da sempre noto con un aggettivo ("monumentale", appunto) che ad oggi gli compete solo di fatto ma non di "diritto". Un fatto sconosciuto ai più, persino all'enciclopedia libera on line Wikipedia, che lo chiama, appunto "cimitero monumentale di Bonamorone".
Eppure il primo luogo di sepoltura "extra moenia", fuori dalla città, su cui Girgenti poté contare, sebbene sia ricco (forse non ricchissimo, in verità) di testimonianze storiche di grande importanza e pregio, fino ad oggi è stato tutelato attraverso gli strumenti "sbagliati". Bonamorone, infatti, si trova all'interno della Zona A e dell'area del Parco Archeologico così come tracciato dalla legge regionale 20 2000, la quale però lo inserisce in una zona di "riserva integrale a tutela dl•' beni archeologici nonché dell'ambiente naturale nel suo insieme", prevedendo però la possibilità di autorizzare interventi sui manufatti esistenti (articolo 4 della stessa legge). Ciò significa che si è potuto - e formalmente si potrebbe ancora - provvedere a modificare delle tombe (con elevazioni fino a 4 metri di altezza) ottenendo un parere dalla SOpRINTENDENZA in materia archeologica, non monumentale, che prende ovviamente in considerazione parametri abbastanza diversi.
Una "carenza" della quale l'ente deputato alla tutela del patrimonio culturale si è accorta negli ultimi anni, provvedendo ad effettuare i necessari studi che serviranno appunto all'imposizione anche di uno specifico vincolo di tutela.
Così, nel 2012, ad opera dell'allora dirigente del settore Bernardo Agrò, venne avviato un grande censimento del patrimonio di tipo paesaggistico e monumentale individuabile all'interno del cimitero. Uno studio che venne completato ma, ad oggi, mai trasmesso in primis al Comune di Agrigento, mantenendo di fatto lo status quo, per quanto alla SOpRINTENDENZA sia mutata la "sensibilità" rispetto alla tematica.
Della curiosamente intensa attività all'interno del cimitero, comunque, ci si è occupati in passato in più occasioni. Se è un problema che in più occasioni la Europa costruzioni, che gestisce in esclusiva Piano Gatta, ha posto all'Amministrazione comunale, allo stesso modo nell'aprile dell'anno scorso gli ex consiglieri comunali Gibilaro, Cirino, Mallia e Cicero avevano presentato una interrogazione che, alla fine, ottenne ben poche risposte.




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news