LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PREMARIACCO Azzano recupera i tesori del 600
di Silvia Riosa
22 aprile 2015 IL MESSAGGERO VENETO



Un tesoro nascosto da anni riscoperto grazie alla tenacia della Commissione per gli affari economici della parrocchia di Ipplis. Un altare risalente al 1600 riportato al suo antico splendore che ora fa bella mostra di s nella chiesa di San Girolamo, nella frazione di Azzano, costruita nello stesso secolo e per lungo tempo dimenticata. Tanto che a causa del tempo e delle intemperie l'edificio era fortemente lesionato, con il tetto crollato e gravi crepe nelle mura. Le origini La frazione di Azzano, in cui stata costruita l'antica chiesa, vanta la sua esistenza gi in epoca romana. Origini testimoniate dal ritrovamento proprio in prossimit della chisesetta di San Girolamo di numerosi e diffusi reperti relativi a insediamenti. Successivamente furono i Longobardi ad abitarvi e proprio nella stessa zona furono rinvenute due tombe di cavalieri. La chiesa di San Girolamo stato poi costruita nel 1640, come ricorda una lapide in muratura sopra la porta principale dell'edificio. I primi interventi Un gioiello culturale di cui nessuno si curato fino al 1998, quando finalmente, su forte sollecitazione di alcuni cittadini, tra cui il Grandufficiale Luciano Carletti, riuscirono ad accendere la fiamma dell'attenzione sul manufatto da parte della Soprintendenza ai beni culturali, che per la sua ristrutturazione esterna invest oltre 200 mila euro. I lavori, durati diversi anni e terminati nel 2010, avevano per riguardato solo l'involucro. Rimaneva quindi la necessit di provvedere anche alla ristrutturazione interna. Ancora non si sapeva dell'immenso valore che si nascondeva dietro quell'altare, che nei decenni precedenti era stato completamente ridipint di grigio, ma che comunque si voleva ristrutturare. Grazie a successivi contributi da parte della Regione, della Fondazione Crup e dalla Bcc di Manzano, per ulteriori 36 mila euro ottenuti dal 2012, sono poi iniziati i lavori che hanno fatto scoprire il suo reale valore storico. Un altare risalente al 1600 che dopo il lavoro certosino degli specialisti ha riportato alla luce le decorazioni in argento e la splendida tela. Un valore talmente importante da essere inserito nella catalogazione delle opere d'arte di villa Manin. L'apertura Terminati i lavori, nelle prossime settimane chiesetta e altare saranno inaugurati con il taglio del nastro e l'apertura al pubblico. Gi, perch forte la volont da parte della Commissione economica della parrocchia di Ipplis composta oltre che da Carletti anche da Patrizia Zamparutti, Fauso Zuiani e Daniele Peressutti , dopo tanto lavoro e tanta tenacia, che la chiesa possa essere fruibile e visitabile da tutti i cittadini di Premariacco (e non solo). Il desiderio che ogni settimana possa esservi celebrata anche una messa. Altri interventi Da restaurare, per completare l'intervento, ancora le mura perimetrali della chiesa, anch'esse originali del 1600, che ora attendono ulteriori fondi pubblici o anche l'interessamento di qualche privato.



news

15-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news