LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

In 3000 contro la strada-scempio di Schifani
Alessio Gervasi
l'Unità 31/05/2005

/ Palermo
Spendere 25 miliardi di lire per risparmiare un minuto. L'idea è questa e può sembrare una boutade.

Ma il progetto dell'Anas - sponsorizzato dal senatore forzista Renato Schifani - per costruire una strada lunga 22 chilometri attraverso la riserva naturale della Ficuzza, fra Corleone e Marineo, è incredibilmente vero: 12 cavalcavia, 11 viadotti, 2 ponti, 2 gallerie più una serie di svincoli.
Il tutto in zone d'interesse comunitario e su aree e siti di grande valore storico e paesaggistico, con importanti insediamenti archeologici che verrebbero spazzati via dai faraonici lavori. Costo dell'opera: 200 miliardi di lire. Permigliorare la viabilità sulla SS 118 diminuendo i tempi di percorrenza fra Corleone e Palermo di addirittura otto minuti. Un'opera che ieri ha mobilitato 3000 persone, giunte a Ficuzza da tutta la Sicilia per marciare insieme contro una strada inutile e dannosa, per dirla con le parole del presidente siciliano del Wwf, Franco Russo, che adesso si aspetta l'intervento del presidente della Regione siciliana Totò Cuffaro.

Una marcia per dire no a un progetto di cui lo stesso Russo non si riesce a capacitare: «Ma che senso ha iniziare i lavori su un solo lotto, senza che l'intero progetto sia stato approvato? È l'ennesima incompiuta annunciata oppure si spera in un futuro 'ammorbidimento' di Sovrintendenza e Forestale?».

Già, perché va detto che l'Anas aveva diviso l'opera in cinque lotti e quattro sono già stati bocciati dagli organi competenti; solamente il lotto numero tre, che è quello centrale e più o meno ametà strada fra Corleone eMarineo ha avuto il via libera.

E dunque qui si vuol cominciare la strada. Come se per costruire un palazzo di 10 piani si partisse dal quinto.
E mentre le solite malelingue dicono che la nuova strada si fermerebbe giusto a poche decine di metri dal confine del collegio elettorale che ha portato quattro anni addietro Schifani in Senato, il Wwf, Legambiente, Italia Nostra, Lipu e Sicilia Antica, assieme al comitato agricoltori e operatori turistici di Ficuzza si sono riuniti sotto l'egida del forum «Salviamo Ficuzza» per dare battaglia e portare la gente in piazza, trovando sponda fra il Pdci, Rifondazione, i Verdi, Primavera siciliana e una miriade di sigle e associazioni che questa strada, così com'è pensata oggi, non la vogliono. E a sentire l'onorevole Beppe Lumia, che sabato scorso ha tenuto un comizio a Corleone, neanche qui la strada è benvista, perché: «I cittadini hanno capito l'assurdità di un progetto pensato per il business e per il movimento terra, che porta acqua solo al mulino dei mafiosi». E magari spendere un sacco di miliardi per riavere indietro solo una manciata di minuti forse non è sembrata una gran bella idea.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news