LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - ABUSIVISMO. La Polizia locale ha scoperto 21 cantieri edili non autorizzati in poche settimane Guerra a "mattone selvaggio"
LA SICILIA Martedì 14 Aprile 2015 Prima Agrigento




Lotta al mattone selvaggio, ennesima operazione degli agenti della Polizia Municipale di Agrigento, contro l'abusivismo edilizio.
Raffica di denunce e sequestri dal centro alla periferia. Sempre diffuso il fenomeno della cementificazione selvaggia nella città dei Templi, e reati tutt'altro che in diminuzione, in violazione dei vincoli.
I servizi di tutela del territorio espletati dal Nucleo speciale antiabusivismo, in collaborazione con il settore pianificazione urbanistica comunale, hanno portato a decine e decine di risultati, in conseguenza della serrata attività operativa di ricerca e contrasto dell'abusivismo.
Nelle ultime settimane sono stati 75 i cantieri controllati (di cui 33 verificati con ausilio di personale tecnico comunale, della SOpRINTENDENZA ai Beni culturali e del Genio civile); scoperti 21 cantieri risultati irregolari di cui: 19 in zona sottoposta a vincolo archeologico-paesaggistico-ambientale e di salvaguardia delle aree boschive; 1 in zona sottoposta a vincolo archeologico-paesaggistico-ambientale per aree forestali; 1 in zona sottoposta a vincolo idrogeologico.
Sono 92 le persone identificate di cui 29 denunciate a piede libero alla Procura della Repubblica di Agrigento, per abusivismo edilizio. Tra le tipologie di costruzioni abusive, riguardano ampliamenti di fabbricati, nuovi locali, seminterrati, tettoie, sopraelevazioni e muri di cinta. I cantieri sequestrati si trovano a San Leone, Villaggio Mosè, contrada Zingarello e nel centro storico di Agrigento.
La particolare intensificazione dei servizi della Polizia Municipale, rientra in un piano strategico di repressione delle violazioni alla normativa edilizia ed ha consentito soprattutto di far rallentare le alterazioni sostanziali che incidono gravemente sull'assetto urbanistico-territoriale della zona intorno al Parco archeologico, ed a quella soggetta a tutela paesaggistica, contrastando le costruzioni senza premesso o in difformità da esso. Al fine di rafforzare il controllo paesaggistico ed urbanistico, sono stati predisposti moduli d'intervento più aderenti alle complesse tematiche che riguardano le aree archeologiche e naturali considerate a rischio, incentivando il reciproco e costante scambio informativo con gli organi tecnici delle soprintendenze" e dell'ufficio pianificazione urbanistica comunale.
La salvaguardia ambientale e paesaggistica e' divenuta ormai una priorità della Polizia Municipale che compie sforzi particolarmente intensi, specialmente considerando le risorse umane non illimitate di cui può disporre.
Antonino Ravanà


14/04/2015



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news