LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Iraq senza pace. Nel mirino dellIsis studenti e rovine
Lorenzo Cremonesi
Corriere della Sera 13/4/2015

Rapiti 150 ragazzi, siti archeologici devastati

Lo Stato islamico (Isis) torna alloffensiva in Iraq. Bombe a Bagdad provocano almeno dodici morti, nuovi video di devastazioni tra i siti archeologici, attacchi di pattuglie armate nella provincia di Al Anbar e vasti combattimenti nella zona della raffineria di Baji: sono i segnali pi evidenti della volont jihadista di riprendere liniziativa su larga scala. Lazione pi recente pare essere il rapimento di 150 studenti di 12-15 anni per addestrarli alla guerra. Da oltre un mese le brigate di Isis apparivano in difficolt. I comandi in Siria avevano mandato i loro uomini migliori a difendere la citt di Tikrit, assediata dalle milizie sciite con il sostegno delle unit scelte dei pasdaran iraniani e persino il sostegno dallaria della coalizione a guida americana. Oggi gran parte di Tikrit stata liberata. Bagdad parla apertamente di vittoria.
Tuttavia, i fatti sul terreno presentano una situazione molto pi complessa. Sacche di guerriglieri jihadisti sostenuti dalla popolazione sunnita locale continuano a resistere nel centro di Tikrit. E lazione stata talmente costosa e complicata per le forze alleate a Bagdad che stato deciso di rinviare, almeno temporaneamente, lattesa offensiva verso Mosul (caldeggiata pi dagli americani che dal governo iracheno deciso a proseguire verso ovest).
Le direttive dellattacco anti Isis hanno cambiato cos direzione e sono tornate a concentrarsi su Falluja e Ramadi, le citt pi importanti della provincia sunnita centro-occidentale di Al Anbar. Ma anche qui la situazione complicata. Emergono notizie di decine di migliaia di profughi in fuga da Ramadi. Le trib locali sono divise tra filo governativi e pro qaedisti. Un inatteso diversivo si tra laltro manifestato attorno alla grande raffineria di Baji, pi o meno a met strada tra Mosul e Bagdad. I jihadisti lavevano presa a fine agosto. Poi era stata liberata dai filo governativi a inizio autunno. Rappresenta la raffineria pi importante del Paese, prima degli attacchi di Isis era tornata a raffinare 300 mila barili di greggio al giorno. Per il governo importante, ma ne possiede altre nelle regioni sciite a sud. Per Isis invece averne il controllo sta diventando vitale. I bombardamenti della forza aerea a guida Usa pare abbiano devastato le sue risorse petrolifere in Siria. Il greggio sino a pochi mesi fa costituiva unentrata importante per le casse del Califfato. Sottobanco ne vendevano persino al regime di Bashar Assad. Ma ora la benzina comincia a mancare. E senza carburante non si combatte.
Questo non blocca tuttavia la furia iconoclasta di Isis. I suoi social media diffondono in Rete le immagini dellennesima devastazione nellantico sito assiro di Nimrud, presso Mosul. Non la prima volta che i jihadisti ne annunciano la distruzione. Ma adesso la documentano con i video. Bulldozer, esplosivo e picconi: la scena nota. Ogni volta che conquisteremo un territorio distruggeremo i simboli del politeismo e diffonderemo il monoteismo, sostengono i barbuti di fronte alla telecamera.



news

21-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

Archivio news