LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CORATO-Restauro di San Cataldo quasi ultimato. Gli studenti: E stato un tuffo nel futuro
www.coratolive.it, 19/02/2015

Al termine del cantiere i ragazzi pubblicheranno un quaderno in cui sar documentato tutto il percorso: la ricerca storica, le fasi del restauro, materiale foto e video

Ultimi ritocchi prima di ridare luce al busto argenteo di San Cataldo, patrono della citt di Corato. In questi giorni si stanno svolgendo le ultime attivit del cantiere didattico Opera aperta finalizzato al restauro del busto argenteo.

Il percorso, partito a novembre e mirato ad accrescere e potenziare lesperienza didattica degli studenti dellindirizzo di beni culturali e i partecipanti alla seconda annualit dellalternanza scuola - lavoro del liceo classico Oriani-Tandoi stata unoccasione irripetibile per permettere ai ragazzi di essere parte attiva di un progetto di restauro estremamente delicato che fornir lopportunit di effettuare un ricco assaggio pratico degli studi intrapresi.

Il restauro stato affidato allo Studio d'arte e Restauro Iaccarino & Zingaro, sotto lalta sorveglianza della Soprintendenza ai beni storici artistici ed etnoantropologici della Puglia.

Lintero costo del restauro, opera simbolo della storia della citt di Corato occasione altamente formativa per gli studenti del Liceo Classico Oriani - Tandoi stato sostenuto dallazienda Granoro.

Gli studenti hanno lavorato fino a pochi giorni prima delle vacanze natalizie - spiega Chiara Capozza, docente tutor e facilitatore nellorganizzazione del cantiere scuola - alla pulitura di tutta la superficie della statua.

Attualmente alcuni elementi in oro della statua che non stato possibile pulire nel cantiere, sono a Napoli sotto le attente mani degli argentieri napoletani che restituiranno alla statua lantico splendore e il recupero di tutte le parti (viti, perni) che nel tempo sono andate perdute e sostituite con materiale non idoneo.

La statua ormai quasi pronta: i ragazzi a breve saranno coinvolti nellassemblaggio e ricomposizione degli elementi del simulacro per poi concludere lopera. Al termine del cantiere i ragazzi pubblicheranno un quaderno in cui sar documentato tutto il percorso: la ricerca storica, le fasi del restauro, materiale foto e video.

Fondamentale per questo percorso la collaborazione del personale del museo: Marilena Torelli, Maria Pia Sardano, Linda Spadola, Francesca Casamassima e Luisa Tarantini che ringraziamo perch senza la loro preziosa collaborazione lesperienza nel museo non sarebbe stata cos positiva.

Voce ai protagonisti pi giovani del cantiere: gli studenti, parte attiva di un viaggio che volge a conclusione alla scoperta dellarte e dei suoi segreti pi profondi. Per molti non si tratta della prima esperienza con opere darte di pubblico dominio: Abbiamo gi avuto precedenti esperienze con alcune tele della Cattedrale di Andria - spiegano le studentesse Sonia Balducci, Adriana Latti, Vanessa Loiodice, Giulia Saragaglia, Michela Campanale, Viviana DIntrono - e con alcuni mobili dellottocento.

Lanno scorso abbiamo effettuato 80 ore di restauro in laboratorio ma non avevamo mai avuto unesperienza con unopera darte cos importante per la citt di Corato. Fin da piccole abbiamo sempre venerato la statua del patrono della nostra Citt ed stata una fortuna aver potuto contribuire al suo restauro.

Questa esperienza ci ha aiutato perch ci ha fornito unidea di cosa significa restaurare le opere darte e che tipo di legame si instaura tra restauratore e opera. Per seguire il restauro oltre che lavorare nel museo ci siamo anche spostate ad Andria e tutto questo ci ha responsabilizzato come se stessimo svolgendo un vero e proprio lavoro.

Grazie a questa esperienza abbiamo acquisito padronanza e maggiore chiarezza sulle nostre predisposizioni future.

Un perfetto binomio tra arte ed istruzione che consegna un primato indiscusso per il liceo classico Oriani-Tandoi nel percorso formativo dellalternanza scuola-lavoro. Un percorso che pu costituire un prezioso esempio per altre realt del nostro territorio.

Nella nostra terra abbiamo una miriade di opere darte - continuano le studentesse - molte delle quali non valorizzate proprio perch in uno stato di conservazione non idoneo. Solo per il numero di opere darte bisognose di restauro, in Italia non ci dovrebbe essere crisi e mancanza di lavoro.

Durante le giornate trascorse al museo non sono mancati i momenti che hanno fatto sorridere gli studenti e i restauratori, ma soprattutto che hanno sempre pi rafforzato un rapporto inconsueto diventato giorno dopo giorno pi vero: Un giorno abbiamo temuto il peggio con gli acidi utilizzati per la pulitura scherzano le studentesse ma a parte gli scherzi il nostro rapporto con i Restauratori dello studio Iaccarino & Zingaro cresciuto giorno dopo giorno nella reciproca stima e fiducia.

A loro stata affidato un lavoro di grande responsabilit e nonostante questo non ci hanno mai sottovalutati, ma al contrario supportati trasmettendoci in maniera semplice ed efficace le tecniche che poi abbiamo messo in pratica durante il restauro. Il nostro rapporto con loro, siamo certi, andr avanti anche una volta terminato il restauro.

Loriginalit del progetto messo in atto dal liceo classico coratino sicuramente innovativo nel campo dello studio dellarte. Ben pi clamore mediatico ha suscitato un percorso simile presentato al Tg1 negli scorsi giorni dal liceo Mamiani di Roma; ma dal liceo classico Oriani Tandoi assicurano che questi percorsi hanno preso vita a Corato gi dal 1992.

E stato un progetto bellissimo - conclude la dirigente Angela Adduci - che portiamo a compimento nelle prossime settimane presentando il busto alla cittadinanza e restituendolo nel suo nuovo splendore alla Chiesa Matrice.

In un momento socio-economico particolare sempre pi difficile trovare partner privati che abbiano come unico fine quello di sostenere il Territorio e valorizzare i giovani che lo vivono.

Per questo emerge con forza il ruolo fondamentale e altamente meritorio dellazienda Granoro che, sponsorizzando da sola tale cantiere didattico, ha evitato alla scuola il difficile compito di reperire altri sponsor disponibili a partecipare a questo progetto ed ha reso possibile la realizzazione di questa esperienza molto qualificante per gli alunni e i documenti.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news