LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sulla tutela del paesaggio il riscatto della Puglia "Un esempio per tutti"
FRANCESCA RUSSI
17 gennaio 2015 LA REPUBBLICA



SI TRATTA, infatti, del primo piano approvato in attuazione del Codice dei beni culturali e del paesaggio destinato a rappresentare un punto di riferimento per tutte le altre regioni. A firmare l'intesa ieri mattina sono stati il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini e il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.

Il piano paesaggistico servirà a rendere più efficace la tutela, ma anche a semplificare le autorizzazioni paesaggistiche e incrementare la trasparenza delle decisioni. Grazie a questo strumento, l'intero territorio pugliese, nel suo intreccio di risorse materiali e immateriali, che comprende anche la sfera sociale e culturale e le capacità dei soggetti di attivarsi e autoorganizzarsi, sarà al centro delle politiche di sviluppo sostenibile.

«Con tanto ritardo, ma finalmente si firma. Invito le altre regioni a prendere esempio dalla Puglia - ha commentato il ministro Franceschini - il piano paesaggistico rappresenta uno strumento innovativo che aiuta a salvaguardare il territorio e a rendere più veloci e più trasparenti le autorizzazioni e i diversi atti amministrativi».

Un cambio di passo radicale, lo definisce il presidente Vendola. «Oggi noi siamo terra d'avanguardia, e di questo sono molto contento perché nell'Italia del fango, degli eventi meteorologici estremi, della vulnerabilità del territorio, noi proviamo a voltar pagina e dare un buon esempio a tutta Italia - ha detto Vendola l'Italia è il paese dei due monumenti: da una parte vincoli anche eccessivi, vessatori, incomprensibili e criptati; dall'altra abusi, condoni, deroghe, sanatorie.

Abbiamo cercato di andare oltre questa logica».

A portare al risultato è stato un lungo percorso partecipato che ha coinvolto per alcuni anni non solo le amministrazioni e i tecnici responsabili della elaborazione del Piano, ma anche una molteplicità di attori sociali, economici e culturali, pubblici e privati. «Hanno sostenuto, alimentato, discusso conoscenze, obiettivi, visioni, strategie, progetti finalizzati a elevare la qualità e fruibilità dei paesaggi di Puglia - ricorda l'assessore alla Qualità del territorio Angela Barbanente la valenza culturale e politica del piano paesaggistico sta nella capacità di far penetrare nella comunità regionale l'idea che il territorio non è soltanto il suolo o la società insediata, ma il patrimonio (fisico, sociale e culturale) costruito nel lungo periodo, un valore aggiunto collettivo che troppo spesso è stato distrutto in nome di un illusorio sviluppo economico di breve periodo».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news