LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - «Autorizzazioni illegali: Panvini da rimuovere» «Tutto a norma: non sanno di cosa parlano»
Michele Barbagallo
LA SICILIA Mercoledì 14 Gennaio 2015 Ragusa


Piano. «Smantella il piano paesaggistico». «Norme approvate dal 2010, dove sono stati? »


"I pareri che la SOpRINTENDENZA ha dato, anche sulle ricerche esplorative sul territorio, sono stati legati alle norme di legge vigenti. Legambiente dunque sbaglia a contestare il nostro operato". E' direttamente Rosalba Panvini, soprintendente di Ragusa, a replicare alla nota di Legambiente che era tornata a criticare quanto fatto su trivellazioni petrolifere e piano paesaggistico. L'associazione ambientalista, che ha richiesto anche la rimozione della Panvini, non ha lesinato accuse alla SOpRINTENDENZA perché "impermeabile a qualsiasi appello e diffida, continua nella sua incessante opera di smantellamento di fatto delle norme del piano paesaggistico".
Come? "Autorizzazioni paesaggistiche per villette in zona agricola, pareri positivi per realizzazioni di opere a mare non autorizzabili ed attività di perforazione in aree di tutela - sciorina Legambiente - per esempio quando l'11 novembre scorso ha rilasciato un'altra autorizzazione paesaggistica alla Panther Eureka srl per la perforazione esplorativa del pozzo Gallo Sud all'interno del permesso di ricerca idrocarburi Fiume Tellaro. Le motivazioni sono identiche al permesso rilasciato alla Irminio srl e cioè che il piano paesaggistico non è orientato a normare le attività e che deve limitarsi a tutelare l'ambiente nel suo aspetto visivo e non deve interferire sugli ulteriori profili in cui si sostanzia la complessa nozione di ambiente".
All'accusa di Legambiente, Rosalba Panvini risponde per le rime: "La Panther aveva fermato i suoi lavori, regolarmente autorizzati, sulla scorta del ricorso per inquinamento ambientale che aveva avanzato il sindaco di Vittoria. Ma quel ricorso lo vinse la Panther. La piattaforma esplorativa è stata autorizzata e nell'area c'è già una piccola struttura destinata alle operazioni. Pertanto non ci sono motivi per i quali non si possa procedere. Il piano paesaggistico non contempla norme che impongano lo stop".
Legambiente accusa ancora la SOpRINTENDENZA di non essersi nemmeno attenuta alla circolare n. 28 n. 56588 del 5 dicembre 2013 dell'allora direttore generale dei Beni culturali Sergio Gelardi, inviata a tutte le Soprintendenze della Sicilia e quindi a conoscenza della Panvini proprio sui permessi da rilasciare rispetto all'adozione dei piani paesaggistici. Ma la Panvini ribatte anche su questo punto: "La circolare riguardava i piani paesaggistici ancora in elaborazione e invitava a tener conto, in fase di redazione, di alcune condizioni. Ma il piano paesaggistico di Ragusa non è in fase di elaborazione, è stato invece regolarmente approvato già nell'agosto del 2010. E in questo piano vigente non è vietata la ricerca esplorativa degli idrocarburi, checché ne possa dire il sottosegretario che ha risposto all'interrogazione della senatrice Padua. Del resto la SOpRINTENDENZA si esprime sul paesaggio e non sul territorio che spetta invece all'Assessorato regionale al Territorio che ha tra l'altro già rilasciato il Via-Vas, cioè la valutazione di impatto ambientale, rispetto alla richiesta della Panther".
La Panvini poi rileva come nelle ultime richieste avanzate da Legambiente venga dato ragione implicitamente alla SOpRINTENDENZA. "In una recente nota - spiega la Panvini - Legambiente ha chiesto di apportare delle modifiche al piano paesaggistico e ad alcuni suoi articoli affinché venga inserito il divieto di fare ricerche esplorative in determinate zone. Implicitamente dunque ammettono che questo divieto non c'è ancora e dunque la SOpRINTENDENZA ha operato con legittimità, cosa che sostengo da sempre. Quel che mi stupisce, piuttosto, è il perché Legambiente avanza queste motivazioni solo adesso. Il piano è stato approvato nel 2010 e c'erano 60 giorni di tempo per poter fare le osservazioni al piano. Dov'era Legambiente? ".
L'associazione ambientalista avanza invece il sospetto che "i pareri della SOpRINTENDENZA rispondano ormai solo ad unilaterali scelte politiche", con riferimento al protocollo tra Regione e Assomineraria. Da qui la richiesta di un cambiamento al vertice. Ma anche in questo caso la Panvini replica: "Non vedo il nocciolo delle contestazioni. Abbiamo agito a norma di legge".


14/01/2015



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news