LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Fondi Ue per abbattere l'ecomostro
LA SICILIA Martedì 06 Gennaio 2015 Siracusa


«Giù l'ex Espesi». E' quanto chiede il sindaco Rizza, che mira a valorizzare Marina di Priolo


Priolo. "Abbattere l'ecomostro che si trova sull'istmo della penisola di Magnisi e la realizzazione di un porticciolo turistico lagdove si trova il pontile Enimed, la cui concessione di utilizzo è scaduta il primo gennaio". A ribadirlo è il sindaco Antonello Rizza che con queste due iniziative mira a valorizzare Marina di Priolo.
L'ecomostro è dato da un'accozzaglia di cemento con cui venne realizzata la struttura dell'azienda ex Espesi (Estrazioni petrolifere siciliane). E' stata già inoltra la documentazione, a cui è allegato il progetto immediatamente cantierabile, che dovrà essere finanziato con i fondi strutturali della programmazione 2014-2020.
Il progetto di riqualificazione della struttura prevede la demolizione di una parte salvando soltanto quella che è compatibile con il paesaggio. «Nel caso in cui - dice Rizza - il finanziamento non sarebbe sufficiente a coprire la spesa dei lavori, la somma restante sarà inserita nel bilancio comunale, Infatti, quella bruttura dovrà essere eliminata, perché dobbiamo salvaguardare la zona di Marina di Priolo e la penisola di Magnisi, che dovrà diventare un parco archeologico- paesaggistico».
Il progetto è immediatamente cantierabile perché a suo tempo è stata effettuata la variante al Piano regolatore. La struttura è stata abbandonata dopo il dissesto finanziario in cui era incappata l'allora Espesi, e oggi costituisce un ecomostro. Definita la procedura fallimentare, da qualche anno a questa parte l'immobile è stato assegnato al Comune di Priolo. Una volta acquisita la proprietà della struttura, l'amministrazione comunale si è impegnata nella riqualificazione.
Il progetto di recupero prevede la realizzazione di un Centro visite e di una Foresteria della Riserva Naturale Orientata Saline di Priolo, gestita dalla Lipu (Lega italiana protezione uccelli).
Per eseguire il progetto è stata richiesta la somma di 810 mila euro. Il progetto è stato approvato durante la conferenza dei servizi, e i rappresentanti della SOpRINTENDENZA ai Beni culturali di Siracusa e l'intero consesso aveva espresso parere positivo aulla bontà dell'opera.
Una volta riqualificata, questa struttura potrà ospitare un Centro visite e di una Foresteria della Riserva Naturale Orientata Saline di Priolo, gestita dalla Lipu (Lega italiana per la protezione degli uccelli).
Per quanto riguarda il pontile Enimed, una volta che è stato svuotato e dismesso l'oleodotto che da Ragusa portava il greggio al pontile, la stessa Enimed non ha avuto più ragione di rinnovare la convenzione con la Regione scaduta il 31 dicembre. Pertanto, dal primo gennaio il Comune di Priolo potrà chiedere di utilizzare la zona dove sorge il pontile per realizzare un approdo per piccole imbarcazioni.
«Si tratta - dice il sindaco Antonello Rizza - di un mio sogno e di un sogno di quelli che ci hanno sempre creduto: fare diventare il pontile Enimed un approdo turistico per consentire ai tanti turisti che arrivano nella nostra provincia di visitare, via mare, Thapsos. L'eliminazione del pontile, che era il terminal dell'oleodotto, permetterà, anche di consentire la navigazione nello specchio di mare antistante Marina di Priolo, con una prospettiva turistica del tutto evidente».
«Inoltre - aggiunge - l'eliminazione del pontile consentirà di sanare una situazione che, a suo tempo, aveva violato l'ambiente e il sito archeologico di Thapsos».
Recupero dell'ex Espesi e porticciolo turistico sono due opere che, se realizzate, faranno di Marina di Priolo un centro balneare e turistico di grande interesse.
Paolo Mangiafico


06/01/2015



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news