LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, a rischio oltre 300 posti nel polo museale
di Samuele Bartolini
28 dicembre 2014 IL TIRRENO



FIRENZE Nessuna certezza all'orizzonte per il futuro dei lavoratori dei servizi aggiuntivi dei musei statali. Grande la preoccupazione a Firenze per le conseguenze della riforma Franceschini in arrivo a gennaio. L'allarme stato lanciato ieri da un presidio della CgilFilcams e UilTucs proprio davanti all'ingresso degli Uffizi ingolfato dalla fila dei turisti natalizi. La paura del licenziamento. In ballo ci sono 309 persone assunte dall'Opera laboratori fiorentini, la societ che gestisce tutti i musei statali di Firenze. Svolgono mansioni di addetti alla biglietteria, di prenotazione, gestiscono il call center, il guardaroba, i negozi di oggettistica e la sorveglianza. Il contratto di riferimento quello del commercio. Un contratto che non prevede clausola sociale di mantenimento della retribuzione, n del posto di lavoro in caso di cambio di gestore. Il timore che la riforma favorisca i licenziamenti. Anche se nel dicembre del 2010 l'allora sindaco di Firenze Matteo Renzi riusc a stringere un accordo tra ministero della Cultura, sindacati e datore di lavoro che garantiva la continuit dei rapporti di lavoro nel caso in cui fosse cambiata la societ che gestiva i musei statali. I lavoratori dei musei fiorentini chiedono rassicurazioni al sindaco Dario Nardella, che ha la delega alla cultura ed un renziano di ferro. Al momento, per, il primo cittadino ha scelto la via del silenzio. Comunque l'ascolto di Palazzo Vecchio non manca. I lavoratori sono stati ricevuti 15 giorni fa dalla commissione lavoro presieduta dalla consigliera del Pd Cecilia Pezza. Il prossimo 30 dicembre dovrebbero spiegare le loro ragioni in un incontro con l'assessore al lavoro del Comune di Firenze Federico Gianassi. Musei statali, quale riforma. La situazione dei musei statali complicata. A Firenze vengono gestiti in regime di proroga perch il ministero della Cultura non indice da anni alcuna gara di appalto. Voci di corridoio annunciano nella riforma Franceschini la distinzione di tre blocchi distinti con tre diverse gare di appalto. I musei maggiori, Uffizi e Pitti a Firenze, verrebbero accorpati in un'unica gestione. L'altro blocco: Galleria dell'Accademia e Cappelle Medicee, costituirebbero un insieme a parte. Mentre i musei minori vedi alla voce: Bargello, Orsanmmichele e Davanzati finirebbero in un'altra gestione. Rimarrebbero fuori tutti gli altri spazi museali: San Marco a Firenze, le Ville Medicee, il parco archeologico. Da raggruppare in un polo regionale. Nessuno pare preoccuparsi, invece, del futuro di chi lavora dentro i musei.



news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news