LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'utopia concreta della cultura per tutti
FRANCESCO ERBANI
28 dicembre 2014 LA REPUBBLICA



NACQUE in Italia il principio che il patrimonio culturale andasse tutelato perch da ci derivava un benessere collettivo. Quella stessa Italia che a dispetto di ci che accade in altre parti del mondo dalla Francia agli Stati Uniti, dalla Cina agli Emirati Arabi e al Brasile destina nel 2014 alla tutela una misera quota del bilancio statale, lo 0,19 per cento. Ma non c' solo questo nel "tradimento di un'idea italiana" che fa da sottotitolo al saggio Cultura senza capitale di Simone Verde: a giudizio del giovane storico dell'arte, responsabile della ricerca scientifica del Louvre di Abu Dhabi, c' asfissia anche nel dibattito sulla tutela e sul valore del patrimonio culturale. Da una parte, scrive Verde, sono attestati i paladini di una privatizzazione, i predatori e promotori di eventi che prendono in ostaggio siti e musei utilizzandoli a fini commerciali. Dall'altra i sostenitori di uno statalismo che guarda con sospetto l'intrusione di altri soggetti i quali potrebbero muoversi secondo priorit pubbliche e criteri nazionali. Le responsabilit non sono equiparabili, specifica l'autore, ma questo fronteggiarsi, a suo avviso, possiede un fattore paralizzante.

Il libro di Verde contiene due parti, che fra loro non sono divise, anzi continuamente mescolate. In una raccontata la storia di un'idea, quella che attribuisce ai prodotti dell'arte, dell'architettura, dei saperi consegnati in un archivio e in una biblioteca (e, si pu aggiungere, del paesaggio) un ruolo di lievito civile, che non pu essere trascurato se ci si propone un vantaggio anche economico per la propria nazione. Qui si possono appena ricordare l'Italia cinquecentesca, Vasari, la corte pontificia e Raffaello. E poi saltare al dibattito serrato nel- la Francia rivoluzionaria, dove a una iniziale iconoclastia (le statue di bronzo distrutte per farne cannoni), segue la dissoluzione dell'involucro ancien rgime di tanta eredit d'arte per mettere questa al servizio dei cittadini di una nuova era. Altrettanto rilevante la vicenda di James Smithson che, morendo nel 1829, lascia agli Stati Uniti una grande somma per il progresso e la diffusione del sapere. Da cui sorge la Smithsonian Institution, il pi grande complesso museale del mondo (1 miliardo e 200 milioni di dollari il bilancio, pari all'intero budget del ministero per i Beni culturali in Italia, per il 60 per cento soldi pubblici). L'esempio americano induce Verde passando alla seconda parte a smontare un luogo comune, quello degli Stati Uniti paradiso di una cultura in mano ai privati: su 43 miliardi di dollari investiti nel 2012, 30 sono pubblici e 13 privati. Ma non di soli finanziamenti che vive il patrimonio, bens se oltre a questi esso ritrova un'utilit e una significazione contemporanea . Vale a dire un'affabilit e una intensa relazione con il mondo che lo circonda, il che l'esatto contrario dello snobistico ritiro nella contemplazione di valori assoluti.






news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news