LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Riserva del Fiumefreddo, dagli scavi emerge il basamento di un edificio di epoca romana
Salvatore Zappulla
LA SICILIA Sabato 27 Dicembre 2014



La campagna di scavo sul sito di contrada Pianotta nella riserva del Fiumefreddo, condotta dalla SOpRINTENDENZA ai Beni culturali di Catania, in convenzione con l'Universit del capoluogo etneo, sta facendo emergere nuovi e sorprendenti ritrovamenti. Alla prima importante scoperta nel territorio di Calatabiano, della necropoli di et romana monumentale di cui gi stata data notizia, seguita di recente un altro rilevante rinvenimento di epoca romana, che indica l'area della Riserva del Fiumefreddo come un sito ricco di presenze archeologiche rilevanti.
I nuovi saggi di scavo hanno messo in luce una struttura quadrangolare possente, costruita a blocchi coperti di malta, di grande impatto e rilevanza. L'ipotesi degli archeologi, della dott. ssa Maria Teresa Magro e del prof. Edoardo Tortorici, ordinario di Topografia antica dell'Universit di Catania, che collaborano nella conduzione dello scavo, che si tratti di un podio, ossia di un basamento, di un edificio di culto di et romana. Il tempio romano, a differenza di quello greco, s'innalza su un alto basamento, accessibile solo da un lato tramite scale e su cui era innalzato l'edificio vero e proprio.
Le indagini ancora in corso permettono di vedere gli alloggiamenti delle colonne sul lato principale, orientato verso il mare. Pur essendo ancora difficile stabilire la divinit a cui era dedicato, la grande struttura permette una nuova interpretazione del sito, per il quale possibile che si tratti di una vero e proprio "stazio", ossia un insediamento con edifici pubblici di notevole importanza. L'insediamento di contrada Pianotta infatti disposto secondo l'asse di una importante via di comunicazione di et romana, tra Messina e Catania, che gli studi recenti hanno identificato con la via Pompeia, citata da Cicerone nel secondo libro delle Verrine, fatta costruire da Pompeo Magno che combatt i mariani in Sicilia e in Africa tra l'82 e l'80 e si interess alla risistemazione del tessuto viario siciliano per il trasporto del grano.
Tale via di comunicazione ebbe migliore sistemazione nell'et imperiale, in et dei Severi, con la creazione di insediamenti costieri di et romana imperiale, ma venne progressivamente abbandonata in et bizantina, trasformandosi nelle cosiddette trazzere, sino ad un definitivo abbandono in et medievale della via costiera, a cui preferita la via montana, come testimoniata dalla viabilit della valle dell'Alcantara disseminata dalle Cube. Il percorso della via Pompeia entrava nel territorio, superando l'Alcantara tramite il ponte di cui rimangono i resti delle arcate in territorio di Calatabiano, subito dopo Giardini Naxos, di cui abbiamo la descrizione del geografo arabo Edrisi, percorrendo una parte della costa che doveva essere sicuramente pi arretrata rispetto alla linea attuale. Gli agenti del Corpo forestale e di vigilanza della Riserva del Fiumefreddo hanno intensificato la vigilanza nell'area.



27/12/2014



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news