LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Caos musei: le reazioni di Paolucci, Strinati e della Uil
KwArt News 15 ottobre 2002

Il soprintendente dei musei di Firenze parla di grande confusione, il responsabile del Polo museale di Roma di un momento difficile, per il segretario generale Cerasoli Urbani ha lavorato con grande superficialit
ROMA - La sentenza del Consiglio di Stato ha creato intorno al patrimonio artistico italiano una situazione complessa e difficile da gestire, molto delicata perch da un punto di vista amministrativo si davvero sullorlo del caos.
E un momento difficile, di grande confusione, ammette Antonio Paolucci, ex ministro e soprintendente dei musei fiorentini, ricordando che tra laltro ancora non stato varato il regolamento della legge che ha istituito lautonomia delle grandi istituzioni. I poli museali di Firenze, Roma, Napoli e Venezia ormai godono, almeno sulla carta, di completa autonomia. Paolucci ha addirittura preparato un bilancio di previsione. Ma nulla pu essere attuato senza il regolamento. E adesso bloccato anche il decreto ministeriale che investiva larticolo 33 della finanziaria.
Sostiene Claudio Strinati, soprintendente del polo museale di Roma: Siamo andando in una precisa direzione: la tutela allo Stato, la promozione alle amministrazioni locali, cio alle regioni. Ricordandosi bene che esistono delle istituzioni, dei musei nazionali. Resteranno allo Stato. Non a caso sono stati istituiti i poli museali. Le istituzioni che ne fanno parte non sono soggette a delega verso terzi, cio le istituzioni regionali. chiaro che se organizziamo una mostra alla Galleria nazionale di palazzo Barberini, che parte del polo museale romano, non potr che essere pubblicizzata e gestita da coloro ai quali affidata questa istituzione. Non analizzo il dettato della norma ma non vi pu essere un principio generale diverso. Conclude Strinati: Certo, il momento difficile. Lattuale normativa stata varata prima di qualsiasi intervento di tipo federalista della Stato. C bisogno di aggiornamenti giurisprudenziali. Da questo possono nascere incertezze e dubbi.
Secondo Gianfranco Cerasoli segretario generale di Uil Beni e attivit culturali, tutto ci significa che il ministro Urbani ha lavorato per un anno, sulla scorta di quanto gli hanno proposto i suoi consiglieri ( Sgarbi in sede di audizione alla Camera lo scorso anno sostenne che lart.33 era stato scritto da un ignorante) con grande superficialit dal momento che alla presentazione della legge finanziaria dello scorso anno la modifica del titolo V della Costituzione era gi stata pubblicata e ancor peggio il Consiglio di Stato in adunanza generale con il parere n.1 dell11 aprile 2002 aveva ribadito il principio di carattere generale della legge .
A queste improvvisazioni - conclude Cerasoli - si aggiungono anche i rilievi mossi al ministero dalla Corte di giustizia delle Comunit Europee per violazione degli obblighi sul controllo delle societ miste che il ministero voleva costituire (rilievi fatti anche alla Francia), nonch il ricorso alla Corte Costituzionale sullart.33 da regioni quali Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Marche, Toscana e Umbria, che dimostrano in quali mani si trovano le sorti dei Beni culturali del nostro Paese.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news