LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nel castello di Brignano la casa dei mascheroni
Diana Campini
Corriere della Sera - Bergamo 26/10/2014

E per lExpo sar pronto anche il nuovo resort

Ora sono custodite al riparo dagli agenti atmosferici e dai trafugatori darte, ma per lExpo, a 15 anni dallultima esposizione, potrebbero essere di nuovo mostrate al pubblico. Le 166 maschere lignee del castello visconteo di Brignano Gera dAdda, intagliate in legno di tiglio tra il 16 e il 17 secolo, e tolte dalle travi del sottotetto perch pericolanti, nei piani del Comune potrebbero trovare una nuova, e permanente, collocazione nella Sala dei Centauri del palazzo. E questo in concomitanza con linaugurazione del nuovo resort in corso di realizzazione nellala privata del castello di propriet della Rea di Dalmine, la societ subentrata dopo il fallimento della Cirio. Proprio in questi giorni Comune e Rea stanno definendo la convenzione che regoler la struttura dando cos corso a una nuova stagione per il palazzo, tra gestione privata e valorizzazione della parte pubblica, maschere comprese.
Il sindaco Beatrice Bolandrini, storica dellarte con tesi di dottorato sul Barocco, il periodo in cui i faccioni lignei furono realizzati, spiega: Abbiamo partecipato a un bando regionale per la valorizzazione del concetto di museo diffuso con i castelli di Romano di Lombardia, Treviglio e Pagazzano. Lesito sar definito nella prima met del 2015: se andr a buon fine avremo i fondi per uninstallazione permanente. Oltre al valore storico-artistico, rappresentano un elemento esclusivo del nostro castello, lo rendono unico nel panorama delle fortezze: non ne esiste unaltra con questa caratteristica.
Dai lavori di restauro prosegue Bolandrini si scoperto che le maschere erano originariamente policrome. Da riscontri sia sui campioni di legno sia allinterno delle cavit dellintaglio sono emerse tracce di impasto formato da gesso e colla che serviva come base per il colore a tempera. Durante i primi lavori di restauro nel Settecento sono state ricoperte da una patina grigia che simulava il colore della pietra arenaria utilizzata per la decorazione di altre parti del palazzo.
Le maschere si dividono in diverse tipologie con caratteristiche fisiognomiche diverse: le pi numerose solo le grottesche, a loro volta suddivise in fogliate, femminili, maschili e regali. Poi le leonine, le maschere femminili e una piccola serie costituita da quattro maschere giullaresche, oltre ad alcune maschere non riconducibili ad una serie: la regina e alcune maschili. Questi manufatti prosegue il sindaco esprimono unidea di opulenza formale; la volont che ogni singola parte del palazzo ne avesse uno presenta alla perfezione una delle famiglie pi interessanti del Seicento lombardo. Ovvero la famiglia che diede i natali a Francesco Bernardino Visconti, lInnominato di manzoniana memoria il cui atto di battesimo custodito nella parrocchia di Brignano dove nacque nel 1579. Possibile che le maschere siano state una sua volont, una sorta di capriccio di quel nobile che Alessandro Manzoni descrive come colui la cui vita era oggetto di racconti popolari e il suo nome significava qualcosa dirresistibile, di strano, di favoloso?. Manzoni era nipote di Ortensia Visconti spiega Bolandrini . Pu darsi che Manzoni ne abbia sentito parlare dalla zia traendo ispirazione per il personaggio. Lepoca delle maschere quella in cui visse Bernardino, se non furono una sua volont, furono sicuramente di un suo parente stretto e contemporaneo.



news

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

24-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 agosto 2019

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

Archivio news