LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA - Baia di Conte, si cambia: al via la ristrutturazione
LA NUOVA SARDEGNA 13 settembre 2014 pagina 29



Quando il Baia di Conte, ma soprattutto i terreni adiacenti il complesso alberghiero, erano di propriet del gruppo finanziario franco libanese che faceva capo ai fratelli Baroudi, una delle progettualit che venivano cavalcate con insistenza era quella della realizzazione di un campo da golf nellarea che si trova oltre la strada, proprio davanti ai cancelli dellalbergo. Ipotesi che allepoca suscit nellambito locale un forte dibattito politico, non privo di dure contrapposizioni, ma anche condivisioni sulla base di un ragionamento legato alla presenza di una attivit sportiva di livello internazionale che avrebbe ulteriormente arricchito lofferta turistica del territorio. Gli orizzonti dei Baroudi erano sicuramente vasti ma poi di quel progetto non si sent pi parlare anche perch nel frattempo lintera struttura pass di mano.

(g.o.) di Gianni Olandi wALGHERO Dal prossimo 27 settembre cesser l'attivit turistico ricettiva il complesso alberghiero del Baia di Conte, circa seicento posti letto che si affacciano sulla Baia delle Ninfe. L'impianto gestito dal tour operator internazionale Tui Nordic, un colosso europeo nel settore delle vacanze charter, dotato di una propria flotta aerea, subentrato all'inizio di quest'anno alla Valtur. Un subentro che ha caratterizzato a livello sperimentale l'attivit della stagione delle vacanze che sta per concludersi, i cui risultati in termini di presenze vengono definiti dallo staff superiori a quelli previsti, mentre dal prossimo anno il Baia di Conte entrer nella fase operativa secondo un programma gi definito. Dal prossimo ottobre infatti il grande albergo diventer un altrettanto grande cantiere con un percorso di ristrutturazione e riqualificazione decisamente imponente che trasformer l'impianto in una struttura ricettiva moderna dotata di servizi e di tutti i migliori confort. Trasformazione che prevede anche una operazione di marketing su un livello di clientela alto che porter l'impianto in un settore di offerta ricettiva decisamente superiore. Le previsioni per il prossimo anno prevedono anche un allungamento della stagione, fine ottobre, mentre l'inizio dell'attivit resta fissato per i primissimo giorni di maggio. Sei mesi pieni dunque che risultano particolarmente graditi non soltanto sul piano occupazionale, si prevedono oltre 100 dipendenti, ma anche come riferimento per le attivit indotte di tutto il territorio della Provincia e per quello algherese in particolare. L'apertura a livello operativo di un albergo di quelle dimensioni costituisce infatti una fonte di prestazioni di particolare interesse per gli operatori della zona. Si pensi al solo settore della logistica e dei trasporti, pullman, taxi, noleggi, escursioni, per citare alcune delle naturali attivit di servizio che ruotano intorno al complesso ricettivo. Il contratto di gestione del Baia di Conte nella disponibilit della Tui Nordic prevede un periodo della durata di nove anni e, in prospettiva, anche possibile una ulteriore dilatazione dell'attivit stagionale comprendendo nel periodo di apertura anche le festivit pasquali. Periodo che sulla Riviera del Corallo apre alla stagione delle vacanze. L'intervento di riqualificazione strutturale prevede il rifacimento di tutta l'impiantistica, piuttosto anzianotta come stato di servizio, oltre trent'anni, la revisione delle camere, arredi, dotazioni, in sostanza un consistente recupero della funzionalit da destinare a una clientela di livello superiore. Tra le opere in previsione anche una nuova attenzione alle aree esterne. Da ricordare che recentemente la propriet del Baia, un gruppo imprenditoriale veneto, ha ceduto in comodato d'uso al Parco di Porto Conte l'area della villa romana di Sant'Imbenia adiacente l'albergo. Una concessione che rivela attenzione per i beni archeologici del territorio e soprattutto la sensibilit culturale per la loro valorizzazione. Il sito infatti dopo decenni di chiusura e abbandono, sar riaperto al pubblico con il contributo delle guide del parco, diventer punto di attrazione, arricchendo in tal modo l'offerta turistica dell'intera costa Nord Occidentale della Sardegna. Spazio che peraltro potr diventare anche riferimento per le istituzioni scolastiche del territorio.



news

23-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news