LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Livia e Augusto, una dimora senza indicazioni
Lauretta Colonnelli
Corriere della Sera - Roma 12/9/2014

Un imperatore a casa di Livia

Aperta al pubblico la villa di Augusto e della sua consorte

Caligola, per sottolineare la sua furbizia, la defin Ulisse con la stola. Ma forse Livia Drusilla, pi che astuta, fu donna intelligente e saggia. Ben lontana dagli eccessi e dalle efferatezze che in seguito avrebbero travolto limmagine delle imperatrici romane. Augusto ne rimase folgorato al primo incontro, quando era ancora sposato con Scribonia e lei era la moglie di Tiberio. Divorziarono quasi subito, si sposarono e il loro matrimonio fu lunghissimo e felice. Un refolo di questa felicit spira ancora nella loro casa di campagna, costruita nel 38 a. C., subito dopo le nozze, nei terreni che lei aveva ereditato dal padre. La leggenda racconta di un prodigio: mentre Livia stava seduta in questi suoi campi, unaquila le lasci cadere in grembo una gallina bianca con un ramo di alloro nel becco. Livia allev la gallina e piant il ramo, che dette vita a un bosco cos rigoglioso da rifornire per decenni con le sue foglie i trionfi degli imperatori.
Di certo Livia e Augusto costruirono di comune accordo la casa. Insieme progettarono il giardino pieno di alberi da frutto, lorto dove Livia coltivava le piante medicinali, il piccolo parco dove Augusto sfogava la sua passione per lars topiaria. Insieme idearono il delizioso triclinio ipogeo, dove pranzavano al fresco nelle giornate destate, tra pareti dipinte con immagini che riflettevano la visione del giardino esterno. Oggi questi affreschi sono conservati nel Museo nazionale romano in Palazzo Massimo. Restano nella Villa di Livia alcuni delicati dipinti murali raffiguranti grottesche, animali selvaggi, cavalli marini che inseguono delfini sulle onde. Si riconoscono il viridarium affacciato sulla piana del Tevere, la camera da letto degli imperatori, la terrazza dove oggi hanno piantato arbusti di alloro dentro olle di terracotta ricostruite sul modello di quelle ritrovate durante gli scavi. E poi le camere degli ospiti con i pavimenti in mosaico o in marmi colorati, il portico diviso da pilastri e dedicato alle passeggiate, con le pareti rosse e gialle decorate in bianco e blu. Il sito stato risistemato in occasione del bimillenario augusteo e da oggi riapre al pubblico (info e orari in www.archeoroma.beniculturali.it). Ma non facile trovarlo, mancando ogni indicazione. auspicabile che nel frattempo venga posto un cartello allingresso della strada che dalla Flaminia (Prima Porta) conduce alla Villa. La direttrice Marina Piranomonte non riuscita a ottenerlo neppure in dodici mesi di richieste, per lettera e per telefono, agli uffici competenti: Anas, Regione, Provincia, Municipio, Astral. Ha risposto solo il Municipio. Per dire che lui non competente.



news

27-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news