LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Boom dell’appello anti-Contorta: 10 mila firme in un giorno
A. Zo.
Corriere del Veneto 26/8/2014

Il testo in 4 lingue fa il giro del mondo. E Costa «bacchetta» un giornalista

VENEZIA — Il comunicato stampa di mezzogiorno era già trionfale e parlava di «oltre 2 mila firme» sulla petizione lanciata su Change.org, in aggiunta alle 575 raccolte una per una tra calli e campielli: tutti a lanciare un appello al premier Matteo Renzi per fermare lo scavo del Canale Contorta per le grande navi, «prima che sia troppo tardi». Nel corso del pomeriggio però l’impossibile è diventato realtà: prima 5 mila, poi 10 mila – con tanto di «alzaremi» e diffusione sui profili Facebook di promotori e simpatizzanti della foto di un granchio, con tanto di motto dell’autrice (Selina Zampedri): «Contro lo scavo del Canale Contorta, alziamo le chele!!!!» – infine intorno alle 22 il superamento della soglia delle 12 mila firme: cioè 10 mila in un giorno. «Un trionfo - esulta Marco Gasparinetti, che di lavoro fa il funzionario giuridico presso la direzione Ambiente della Commissione Europea a Bruxelles - ma non casuale: abbiamo attivato una rete di contatti in tutti i continenti».
L’appello è già in quattro lingue: italiano, inglese, francese e portoghese. E proprio quest’ultima serve per fare breccia in Brasile, grazie anche all’appoggio delle associazioni di «Veneti nel mondo». «Stiamo anche finendo la traduzione in svedese», aggiunge Gasparinetti, che interpreta così il successo della petizione-appello, sottolineando l’assenza di connotazioni politiche: «E’ la rivolta della città all’ennesima prevaricazione dei ministri romani con la città commissariata e l’assenza di un sindaco o un consiglio comunale che la potessero difendere - spiega - E’ stata una forzatura estiva, ai ministri competenti non sono state prospettate correttamente tutte le alternative e i loro impatti, tanto che è stata scelta quella più devastante». «Il Contorta porterebbe il canale dei petroli nel cuore della città di Venezia - dice l’appello - riducendone le difese naturali e sottoponendola alla pressione congiunta delle masse d’acqua provenienti dalle bocche di porto di Lido e Malamocco, con conseguenze che potrebbero rivelarsi irreversibili».
Ovviamente è già scattata anche la caccia alla firma vip, con un nome planetario (ma ancora da verificare) come quello di Stella McCartney, la stilista inglese figlia del «baronetto» Paul. Ci sono poi Alvise Zorzi, l’attrice Ottavia Piccolo, il remèr Saverio Pastor, i discendenti di Giobatta Gianquinto (primo sindaco di Venezia nel dopoguerra), lo scrittore Alessandro Marzo Magno, e tanti altri. E la dimostrazione che non si tratta di uno scherzo viene dall’account Twitter di Marco Zatterin, corrispondente de La Stampa da Bruxelles. «Accolgo l’invito a segnalare questa petizione per Venezia. E’ sicuro il nuovo canale Contorta?», twittava Zatterin alle 10 del mattino. Un’ora dopo, nuovo «cinguettio»: «Il Canale è sicuro? Chiama Paolo Costa: “invito tutti a leggere bene i documenti e dibattere senza pregiudizi». Cioè il presidente dell’Autorità portuale e primo sponsor dell’ipotesi Contorta.



news

21-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news