LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Competitivit. Donati: ancora picconate a norme su tutela ambientale
Verdi Econews



"Un'autentica picconata alle norme di tutela dell'ambiente e del patrimonio
storico, ma anche nei confronti della normativa su appalti e fornitura.
Infatti, grazie alle misure introdotte dal maxiemendamento, i commissari
straordinari potranno agire in deroga ad ogni normativa per realizzare ad
ogni costo le grandi opere". E' duro il commento della senatrice Anna
Donati, capogruppo Verdi-Unione in commisisone LLPP e Trasporti, che ieri
intervenuta in Aula sul maxiemedamento al decreto competitivit su cui il
Governo ha posto il voto di fiducia. "Il maxiemendamento - ha dichiarato
Donati - sopprime per i commissari straordinari l'obbligo di rispetto delle
norme di salvaguardia, tutela dell'ambiente e del patrimonio, previste dal
cosiddetto decreto sbloccacantieri (comma 4 bis dell'art. 13, Dl. 67/97),
nonch del rispetto della normative vigenti in materia di appalti, lavori e
fornitura". "Queste norme di tutela, grazie al maxiemendamento, saranno
sostituite da una blanda richiesta di parere e, se decorrono 60 giorni
senza ottenere risposta, scatta l'istituto del silenzio-assenso.
Addirittura - ha sottolineato la senatrice verde - con possibilit da parte
del consiglio dei ministri di dichiarare lo stato di emergenza per
realizzare 'comunque' e ad ogni costo un'opera". "Altrettanto grave
infine la misura che modifica la risoluzione delle controversie in materia
di contenzioso sugli appalti, gli arbitrati, con cui si d un 'ennesima
picconata alla legge Merloni. La norma, gi proposta in due precedenti
decreti e respinta in entrambi i casi dal Senato, cancella di fatto la
camera arbitrale istituita presso l'Autorit dei Lavori Pubblici, visto che
ne diventa facoltativo il ricorso, solo in caso di mancato accordo tra la
parte pubblica e quella privata". "Invano abbiamo invocato il rispetto di
una norma che, introducendo un arbitro imparziale, ha contribuito alla
moralizzazione del settore e ridotto la spesa per i contenziosi da parte
delle casse dello Stato". "Con queste norma - ha concluso Donati - il
Governo Berlusconi prosegue la sua corsa fallimentare per realizzare
inutile e devastanti opere strategiche a spese dell'ambiente, delle scarse
risorse pubbliche e dei principi di trasparenza e concorrenza nelle grandi
opere."

Competitivit. Turroni: ritorna il pericolo del silenzio-assenso

"Il silenzio-assenso torna a minacciare i beni culturali, paesaggistici e
ambientali del nostro Paese. Con il solito colpo di mano, la lobby degli
amici di chi manomette il belpaese tornata in campo e ha ripristinato
all'interno del maxiemendamento sulla competitivit il testo originario del
silenzio-assenso, cancellando l'emendamento dei Verdi, approvato dalla
commissione affari costituzionali". Dichiara il senatore dei Verdi Sauro
Turroni, vicepresidente della commissione Ambiente. "E' una disposizione
criminogena che, con la scusa di snellire le procedure, consentir agli
'Attila' dell'ambiente di fare quello che vogliono impunemente. Ci,
purtroppo, riguarda moltissimi altri settori dell'attivit amministrativa
le cui autorizzazioni potranno essere ottenute grazie a compiacenti e non
sanzionabili inosservanze dei tempi. Il silenzio-assenso, in particolare,
torna a minacciare i beni culturali e paesaggistici. Avevo gi espresso la
mia contrariet e spiegato nel dettaglio il motivo della gravit di tale
norma. Un esempio: se io volessi curare un bosco, tutelarlo non avrei il
silenzio assenso. Viceversa, se volessi tagliarlo o trasformarlo, non
tutelarlo, ma manometterlo, ne avrei diritto. Gi in commissione Affari
costituzionali - prosegue l'esponente del 'Sole che ride' - era passata un
mio emendamento. La mia modifica proponeva che il silenzio-assenso non si
applicasse alle istanze relative ai beni culturali, ambientali e
paesaggistici, naturalmente nel maxiemendamento - conclude Turroni - hanno
pensato bene di far sparire la norma che avevo proposto e che era gi stata
approvata in commissione".



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news