LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - SIRACUSA. In abbandono il luogo dove venne ucciso l'imperatore bizantino
isabella di bartolo
LA SICILIA Luned 04 Agosto 2014 Siracusa


Il "Bagno di Dafne" si trova sotto un palazzo moderno Nei suoi pressi venne trovato anche un anello antico di oro massiccio


Un tour "speciale" tra i luoghi d'arte nascosti, eppure sotto gli occhi di tutti. La proposta dei visitatori pi attenti che, anche quest'estate, arrivano a Siracusa armati di guide turistiche all'insegna dell'archeologia.
E cos non solo Teatro greco e piazza Duomo, i viaggiatori moderni ricalcano le orme di quelli del Settecento e vanno alla ricerca di tesori nascosti. Un esempio ci che si cela in via Arsenale, tra i pilastri di un palazzone moderno che custodisce i resti di un impianto termale di epoca bizantina. Il "gioiello" si trova all'interno di un cortile condominiale e costituisce una delle poche testimonianze archeologiche di questo periodo ancora visibili nell'impianto urbano di Siracusa. L'edificio si sviluppa attorno ad un cortile lastricato con pianta a forma di L - dice l'archeologo Giancarlo German - alla cui estremit settentrionale sono collocati due sale riscaldate di forma quadrata. A nord si trovano altri due ambienti pi piccoli destinati probabilmente ad ospitare le fornaci che riscaldavano le terme. Poi vi un ambiente rettangolare con una vasca a forma di abside altre vasche ancora. Il primo impianto termale si data alla media et imperiale con successivi restauri in et bizantina.
Per questa fase pi tarda stato proposto di identificare questo impianto termale con il Bagno di Dafne dove nel 668 d. C., secondo le fonti (Teofane, Chronographia, I 535), fu ucciso l'imperatore bizantino Costanzo II, che in quegli anni aveva trasferito la corte da Bisanzio a Siracusa. La leggenda vuole che l'imperatore stesse facendo il bagno e, un servo, gli versasse acqua bollente sugli occhi uccidendolo approfittando del momento. Una congiura, dunque.
Anche per questa ragione - dice Dario Scarf, storico e scrittore - sarebbe interessante riaccendere i riflettori su questo sito archeologico e proporre percorsi turistici ad hoc. In questa stessa zona, infatti, si trova un'altra testimonianza storica di grande interesse: i resti dell'arsenale di epoca greca che, appunto, danno il nome alla strada.
L'area recintata e ripulita dalle erbacce con grande difficolt da parte della soprintendenza per le consuete carenze di fondi. Anche in questo caso, occorrerebbe inserire il sito all'interno di un percorso turistico e valorizzarlo. Eppure - prosegue Scarf - si tratta di veri e propri tesori da riscoprire. A Siracusa, infatti, la presenza di terme bizantine una novit. Le dimensioni di quella di via Arsenale sono molto modeste fanno pensare a Giuseppe Cultrera che debba essere stato un impianto termale privato. A tale proposito, l'allora soprintendente di Siracusa indicava il rinvenimento di un tesoretto: era il 1872 e durante gli scavi per la linea ferrata venne rinvenuto anche un anello di oro massiccio. L'anello dell'imperatore ucciso dal suo servo?


04/08/2014



news

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

25-03-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 marzo 2019

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

Archivio news