LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Rimossi 300 tavolini abusivi. A piazza Navona torna la luce
Flavia Scicchitano
Corriere della Sera 5/8/2014

Pedonalizzata piazza di Spagna, la meraviglia dei turisti
La guerra contro il tavolino selvaggio a piazza Navona pu dirsi (forse) finita.
Dopo lo stop al commercio illegale e lo sfratto dei pittori di strada senza licenza, ieri una nuova operazione decoro per ripulire lantico salotto di Roma dalle occupazioni di suolo pubblico abusive. Esercizi commerciali fuori legge, bar, ristoranti, gelaterie allargatisi a dismisura nel tempo. Tavoli, sedie, ombrelloni e gazebo piazzati senza permesso n pagamento del canone sui marciapiedi o lungo la passeggiata. Fino ad invadere completamente una delle piazze pi belle della Capitale. E lintervento avvenuto in due blitz, condotti dai vigili urbani.
Il primo in mattinata, in ottemperanza dellordinanza del Tar del Lazio del 1 agosto (Occorre ripristinare lo stato dei luoghi dimezzare il numero dei tavolini degli esercizi commerciali), che rigettava il ricorso presentato da due bar a cui il Campidoglio aveva intimato limmediato dimezzamento dei dehor. Il secondo nel pomeriggio, coordinato dal comandante generale della Municipale, Raffaele Clemente, per mettere in sicurezza lintera area. Ma la piazza, ridotta da anni in un suk per turisti, ieri ha subito il vero colpo: otto esercizi commerciali (circa la met di quelli presenti), sono stati costretti a rimuovere o a ridimensionare i dehor. In sei hanno dovuto eliminare tutti gli arredi esterni chiudendo, di fatto, il locale: Quattro Fiumi (60 tavoli); Vacanze Romane (60); Il Grifone (40); Panzirone (100); Tre scalini (50); Caff Bernini (30). Per Dolce Vita e Nettuno, invece, solo lobbligo di rientrare nei confini assegnati, retrocedendo i tavoli sulla strada (una ventina a testa) di qualche metro. In totale: oltre 300 tavoli in meno e decine di metri quadrati restituiti alla citt.
Ma nel pomeriggio scoppiata la protesta: per i provvedimenti adottati dai vigili urbani di Roma circa 150 persone, per lo pi stranieri,perderanno(forse)il lavoro. Sono i dipendenti dei bar, ristoranti e gelaterie che vivevano di servizio ristorazione allaperto e che da oggi temono di non ricevere pi gli stipendi.
Lelenco dei loro nomi era scritto sulle saracinesche abbassate. Insieme a striscioni di poche, ma significative, parole: Grazie sindaco per la perdita del posto di lavoro, o ancora Il nostro posto di lavoro non vale niente? Il nostro stipendio? Le nostre famiglie?.
Ma ieri a interessare il centro storico della Capitale, un altro importante avvenimento: piazza di Spagna diventata area pedonale per la meraviglia dei turisti. Dalle prime ore della mattina scattato il divieto di accesso e di transito sotto la scalinata di Trinit di Monti per auto private, auto blu o del corpo diplomatico (unica eccezione quelle dellAmbasciata di Spagna). Niente mini-bus, niente taxi n Ncc. E cos dopo la chiusura al traffico veicolare di via dei Fori imperiali, il sindaco di Roma Ignazio Marino ha aggiunto un nuovo tassello al disegno: il progetto rientra nella pedonalizzazione del Tridente che si concluder entro novembre con la parziale chiusura di via del Babuino e via di Ripetta.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news