LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Verona. Castel San Pietro passa al Comune. Museo in 2 anni
Lillo Aldegheri
Corriere del Veneto - Verona 13/5/2014

La giunta Tosi stanzia 4 milioni per l'allestimento

VERONA Castel San Pietro torna nelle mani di Palazzo Barbieri, sia pure solo in comodato gratuito per i prossimi vent'anni. In cambio, il Comune stanzia 4 milioni di euro per allestire all'interno della struttura il nuovo Museo di Storia Naturale che si annuncia molto diverso da quello attualmente ospitato a Palazzo Pompei. E intanto, il presidente di Cariverona, Paolo Biasi, annuncia che, salvo intoppi, Castel San Pietro aprir i battenti tra un anno e mezzo, massimo due, mettendo fine ad un degrado e a un abbandono durati per molti, troppi decenni.
Proprio l'ingegner Biasi si recato ieri pomeriggio sul Colle, per un sopralluogo all'interno del cantiere, accompagnato dal sindaco Flavio Tosi. Poche ore prima, una rapidissima riunione straordinaria della giunta comunale aveva stanziato quei 4 milioni, che serviranno ad allestire il nuovo Museo.
La decisione presa ieri concretizza parte dell'accordo firmato nel lontano 2006 tra lo stesso Paolo Biasi e l'allora sindaco Paolo Zanotto: i 4 milioni saranno, in pratica, il corrispettivo dell'affitto ventennale che il Comune dovrebbe altrimenti pagare per l'utilizzo del Castello come Museo. Che sar modernissimo, interattivo e decisamente originale.
Secondo il progetto redatto dallo studio dell'architetto Stefano Gris verranno infatti realizzati tre diversi livelli interni, a ciascuno dei quali corrisponder un tema specifico. Ci saranno le parti migliori del Museo attuale (mentre quelle meno interessanti saranno scartate e depositate altrove) con opportune scenografie movimentate da appositi apparati multimediali, per rendere viva ed avvincente la presentazione.
All'ingresso, invece, sar installata una passerella tecnologica sospesa, che attraverser tutte le sale a volta del Castello, anche quelle in cui verranno rimessi in luce i recenti ritrovamenti archeologici.
In una terza sezione, infine, quella pi originale, si cercher di ribaltare il rapporto tra visitatore e oggetti esposti, piazzando proprio il visitatore in uno spazio in vetro delimitato, mentre il filtro della vetrina tra le persone e gli oggetti sar percorso da scritte informative manovrabili e variabili come i touch screen cui ci hanno abituato palmari e tablet.
Spettacolare anche il progetto di una sala di lettura e di un ristorante al posto della terrazza superiore, da cui si gode forse la vista panoramica pi mozzafiato tra quelle esistenti in citt.
Durante il sopralluogo di ieri, lo stesso ingegner Biasi ha rifatto un po' di conti sui costi dell'operazione: Cariverona aveva pagato 11 milioni di euro per l'acquisto del castello. Aggiungendo le spese per i lavori, i 4 milioni e mezzo per la funicolare (che porter sul Colle partendo dalla vecchia sede del Teatro Laboratorio) i 4 milioni stanziati ieri, si arriva vicini ai 30 milioni di euro complessivi.
Che ne sar di Palazzo Pompei? Biasi e Tosi hanno fatto un po' di pretattica, ma sembrato di capire che anche l'attuale sede del Museo di Storia Naturale potrebbe essere acquistata da Cariverona.



news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news