LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Parco di Veio. abbattuto palazzo abusivo
Luca Brugnara
Messaggero Cronaca di Roma


Un palazzo di cinque piani abusivo è stato demolito all'interno del Parco di Veio. Erano presenti tra gli altri il sindaco Walter Veltroni e il sostituto procuratore della Repubblica Sergio Colaiocco. Per costruire lo stabile era stata spianata una collina che verrà ricostruita: il costo dell' intervento è di circa 50 mila euro ed è carico dei responsabili dell'abuso.

Un palazzo di cinque piani in costruzione nel cuore dell'area non edificabile del Parco di Veio: ieri sono intervenute le ruspe del Comune per iniziare la demolizione. E intanto è stata posta sotto sequestro anche una vasta area circostante. L'intervento è scattato all'alba di ieri in via di Santa Comelia, all'altezza del civico 125, a poca distanza da via della Giustiniana, nel XX municipio. I mezzi saranno all'opera anche nei prossimi giorni per portare a termine l'intervento.
«L'operazione odierna - ha sottolineato il sindaco Walter Veltroni, assistendo alle operazioni - è tra le più impressionan-ti per le dimensioni della palazzina, simili a quelle di un vero e proprio condominio e soprattutto perché per la sua costruzione è stata sbancata una collina, per di più in un'area del Parco di Veio, con vincoli ambientali, paesaggistici e sottoposta alle norme sulla protezione delle bellezze naturali. Rispetto della legalità e dell'ambiente vanno di pari passo, anche per tutelare l'assoluta maggioranza di cittadini onesti».
«L'edificio in via di demolizione è ampio 5.000 metri cubi - ha spiegato il capo di Gabinetto del Comune dì Roma, Luca Odevaine - e, una volta ultimato, avrebbe potuto ospitare una ventina di appartamenti». Ma non si tratta dell'unico abuso edilizio della zona. «Nell'area -ha affermato il sostituto procuratore della Repubblica, Sergio Colaiocco- tre edifici, tra cui questo, sono stati sequestrati nelle scorse settimane, mentre per altri due è attualmente in corso la procedura: in tutti i casi, si tratta di strutture in cemento armato. Ora bisognerà eliminare anche la strada realizzata dai trasgressori per accedere alla palazzina. Il proprietario della struttura demolita abita a poca distanza, ma le proprietà dei vari manufatti irregolari, ancora in corso di accertamento, sarebbero di persone diverse». Oltre alla demolizione dell'edificio, quindi, è stata posta sotto sequestro un'area di 40.000 metri quadrati, sempre all'interno del Parco di Veio, su cui era in corso una lottizzazione abusiva a scopo edificatorio. «Dopo la demolizione - ha aggiunto il sindaco -verranno ripristinati la collina e il verde. La spesa complessiva, di circa 50 mila euro, sarà a carico dei responsabili dell'abuso». Per consentire il passaggio dei mezzi, i trasgressori hanno creato un corridoio tra la vegetazione, eliminando spazi verdi. Per individuare l'irregolarità, è stata determinante la documentazione aerofotografica fornita dalla Società Italico e la collaborazione del reparto volo del comando della polizia municipale. Sul posto, ieri mattina, oltre ai responsabili dell'Ufficio abusivismo edilizio del Campidoglio, sono intervenuti un centinaio tra agenti del XX gruppo dei vigili e delle altre Forze dell'Ordine con numerosi mezzi, tra cui due escavatori cingolati attrezzati, pale meccaniche e autocarri. «Oltre a sorgere in un'area vincolata - ha concluso Veltroni - le riprese aeree, effettuate in momenti successivi, hanno rivelato che l'edificazione è iniziata dopo la scadenza dei termini fissati per il condono».



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news