LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

San Siro, vincolo sull'ippodromo
Giuseppina Piano
La Repubblica – Cronaca Milano


La commissione urbanistica ha approvato una delibera che manterrà l'area a uso esclusivo dell'ippica

MAI villette residenziali al posto delle scuderie, ma neppure un campo di golfo un parco dei divertimenti o qualsiasi altra idea di fare business senza cavalli. A Palazzo Marino parte un'offensiva bipartisan per garantire un lungo futuro e esclusivamente ippico all'ippodromo di San Siro. Offensiva doppia, due distinte delibere di iniziativa consiliare arrivano al voto in aula. Una è della Lega. L'altra del centrosinistra. Approvarle, giurano in Comune, significherà mettere una granitica pietra tombale sulle sempre ventilate operazioni di dismissioni dell'ippodromo.
La Snai, proprietaria dell'area a San Siro, in passato non ha fatto mistero di sondare compratori. Ma a bloccare una cementificazione, a San Siro, ci aveva già pensato il ministero dei Beni culturali. A luglio aveva dichiarato monumento nazionale l'ippodromo del galoppo costruito nel 1920 da Paolo Vietti, lapista d'allenamento di Trenno e le scuderie. Vincolate, dunque. Impossibile abbatterle o modificarle a piacere. Ma non basta, per praticamente tutti i partiti di Palazzo Marino. Perché se una drastica operazione immobiliare è da allora diventata estremamente complicata, resta che l'area classificata come «sportiva» potrebbe comunque essere riconvertita ad altro uso che non siano solo i cavalli. Da qui la doppia offensiva in aula adesso a Palazzo Marino. Con l'obiettivo di approvare almeno una delle delibere che, ieri, hanno avuto il via libera per l'approdo in aula dalla competente commissione urbanistica.
La Lega ha firmato la prima proposta di delibera consiliare, e la madrina Laura Molteni si dice convinta che «la battaglia per la salvaguardia del complesso ippico subisce una nuova accelerazione, con l'apposizione di una specifica urbanistica decisiva che non permette manipolazioni o interpretazioni di sorta». La proposta del Carroccio è stata licenziata ieri dalla commissione urbanistica, a questo punto può passare al voto in aula e può contare sul sostegno convinto degli alleati della Cdl. Cosa prevede? Che si usi uno strumento tecnico, come le norme di attuazione del piano regolatore, per denominare l'area (dagli ippodromi di trotto e galoppo alle scuderie, alle piste di allenamento) «comprensorio ippico di San Siro». E dunque assicurarle un utilizzo esclusivamente per i cavalli. È lo stesso escamotage già usato per vincolare alla storia il Palazzo del ghiaccio di via Piranesi. Sarebbe «una pietra miliare nella direzione di una salvaguardia dell'esistente», scandisce la leghista Molteni, ma anche un viatico per il rilancio dell'ippica milanese.
La seconda proposta di delibera consiliare arriva invece dal centrosinistra. Anche questa garantirebbe un futuro con i cavalli. Ma vorrebbe anche qualcosa in più, dice dall’Unione Sandro Antoniazzi: «Noi vogliamo che l'area diventi anche un parco cittadino degli ippodromi, quindi non solo viene garantito l'utilizzo per l'ippica ma si impegna pure il Comune a intervenire con proprie risorse». Cavalli, dunque. Ma anche soldi sborsati dal Comune per aiutare il futuro dell'ippica.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news